In arrivo 10 giorni di soldi e pagamenti INPS per questi percettori di sussidi

Ci avviamo all’ultima decade del mese, notoriamente tra le più ricche, in generale, in tema di pagamenti INPS.

Proviamo allora a sintetizzare chi saranno i prossimi beneficiari delle varie misure assistenziali erogate dall’Ente di Previdenza. Dunque, in arrivo 10 giorni di soldi e pagamenti INPS per questi percettori di sussidi.

Prestito in convenzione
Prestito in convenzione

I pagamenti che partono questa settimana

Partiamo anzitutto ricordando che dalla scorsa settimana si sono sbloccati i riesami per i bonus omnicomprensivi.

I pagamenti che riguardano la Naspi sono iniziati l’8 luglio e andranno avanti fino a conclusione. Invece è da ieri che sono partiti i primi accrediti circa il trattamento integrativo sulla Naspi (il bonus 100 euro).

A partire da oggi si dovrebbero sbloccare anche i pagamenti dei bonus 1.600 euro. Tuttavia, questi primi accrediti coinvolgeranno solo coloro i quali utilizzano il bonifico domiciliato quale metodo di pagamento.

La situazione è invece molto più frastagliata per gli assegni al nucleo familiare dei comuni con gli importi qui specificati. Le date infatti variano da un Comune a un altro.

I soldi attesi da questi percettori di sussidi

Tra una settimana esatta ci saranno invece le ricariche ordinarie del reddito e della pensione di cittadinanza. L’appuntamento è come sempre al giorno 27, senza alcun anticipo considerato che si tratta di un normale giorno ordinario (martedì).

Parimenti attesi nei prossimi giorni sono i 2.400 euro di bonus integrazione del RdC da parte degli aventi diritto.

Invece la scorsa settimana (il 15) ci sono già state le ricariche per chi attendeva arretrati o la prima erogazione in assoluto o quella successiva dopo il rinnovo.

Infine, attenzione al reddito di cittadinanza e a queste novità impensabili fino a ieri e che a breve potrebbero divenire realtà.

Altro appuntamento chiave di martedì 27 luglio è quello legato alla riscossione delle pensioni presso Poste Italiane. I pagamenti andranno avanti fino al 31, giacché da lunedì 2 agosto sarà la volta di chi la riscuote tramite accredito in banca.

Sempre con riferimento ai pensionati, in questi giorni dovrebbero essere pubblicati anche i cedolini ai fini IRPEF.

Sono in arrivo 10 giorni di soldi e pagamenti INPS per questi percettori di sussidi

Chi attende il reddito di emergenza, al momento sono in fase di completamento i vecchi pagamenti. Mentre INPS ha comunicato che da metà agosto si erogheranno le nuove 4 rate.

Quanto al bonus bebè, è probabile che in questi giorni saranno caricate le date in merito ai nuovi pagamenti.

Infine, appuntamento rimandato ad agosto (ancora ignote le date precise), per gli occupati dei settori agricolo e pesca che attendono i rispettivi bonus.

Approfondimento

Questa riforma porterebbe molti più soldi ai titolari di conto corrente e al Fisco.

Consigliati per te