Il vecchio cellulare non si butta perché può essere usato in tre modi utilissimi

L’attitudine a cambiare frequentemente il cellulare non è molto ecologica. Specialmente se lo smartphone che si sta buttando funziona ancora.

Lo smaltimento di un cellulare riguarda i cosiddetti RAEE, ossia i rifiuti elettronici. Questi non possono essere semplicemente buttati nell’indifferenziata. Esiste un’apposita collocazione che spesso bisogna andare a cercare nelle isole ecologiche o nei centri di raccolta. I rivenditori, poi, hanno l’obbligo di ritirare gratuitamente i vecchi apparecchi. Comunque si sta parlando di cellulari non più funzionanti e riutilizzabili.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Cosa fare, invece, se si cambia lo smartphone solo perché obsoleto e lento? Si può pensare di dargli un nuovo uso, contrariamente a conservarlo inutilizzato in un cassetto. Il vecchio cellulare non si butta perché può essere usato in tre modi utilissimi.

Musica a portata di smartphone

Un cellulare diventa “vecchio” quando non assolve più alle sue funzioni più specifiche, come navigazione in internet, uso delle applicazioni etc. Ma se il sistema risulta ancora funzionante, non è necessario che venga totalmente accantonato.

Infatti, è possibile ancora sfruttarne alcune capacità. Una di queste è la connessione tramite Wifi a portali musicali come Youtube e Spotify. Collegato a una cassa o a uno speaker più piccolo, si potrà utilizzare come un Mp3 invece di scaricare il nuovo cellulare. Si potrà diffondere la musica in casa senza interruzioni e senza dover rispondere contemporaneamente a chiamate, email…

Con lo stesso principio, il cellulare può trasformarsi in una telecamera a circuito chiuso per sorvegliare la casa. Una volta connesso al Wifi, basterà scaricare un programma Android o iPhone. Questi programmi sono stati pensati per riprendere ciò che accade in casa, connettendosi a uno o più devices. In questo modo si potrà controllare agilmente ciò che accade in casa durante lunghe assenze.

Il vecchio cellulare non si butta perché può essere usato in tre modi utilissimi

Il terzo utilizzo comporta un atto di generosità. Se lo smartphone che stiamo cambiando funziona ancora abbastanza bene, un’idea gentile sarebbe regalarlo a chi ne ha bisogno. Si può pensare a qualcuno della propria famiglia, tra gli amici, oppure a persone estranee.

Il cellulare può essere portato in un centro di raccolta autorizzato. Qui verrà ripristinato o utilizzato per creare impianti innovativi per il riciclo dell’energia (vedi Vodafone MyFuture); oppure si potrà garantire un aiuto a popolazioni svantaggiate (COOPI).

Oppure esistono tantissime iniziative di beneficenza e Associazioni Umanitarie che trasformano i vecchi devices in danaro da devolvere in beneficienza, dando alle volte anche qualcosa in cambio ai donatori. Ne citiamo alcuni come CuorePhone (Medicisenzafrontiere), Love2recycle (dona buoni acquisto per altra tecnologia), Donaphone (Caritas).

Approfondimento

L’app per conoscere in pochi secondi tutte le specie di piante al mondo

Consigliati per te