Il potenziale rialzista e la sottovalutazione non devono ingannare: a breve le azioni MAPS potrebbero ritracciare

La situazione di questo titolo azionario è abbastanza particolare. Infatti, il potenziale rialzista e la sottovalutazione non devono ingannare.

Partiamo dalla sottovalutazione del titolo. Secondo l’analista che copre il titolo il consenso è comprare con un prezzo obiettivo che esprime una sottovalutazione del 65% circa. Inoltre ci sono i tre seguenti punti che rendono MAPS molto attraente:

  • L’attività del gruppo ha un notevole potenziale di crescita. Ci si aspetta, infatti, che il fatturato vada in forte crescita secondo le previsioni di Standard & Poor’s, con un aumento di circa l’80% per il 2023
  • La società gode di livelli di valutazione interessanti con un EV/Sales ratio relativamente basso rispetto ad altre società del settore.
  • Considerati i flussi di cassa generati dall’attività dell’azienda, la sua valorizzazione è debole.

Dal punto di vista grafico, poi, la tendenza in corso è rialzista sia sul settimanale che sul mensile con un potenziale massimo rialzista del 100% nel caso in cui venga raggiunta la massima estensione rialzista in area 5,2/5,4 euro.

Tuttavia da un po’ di settimane le quotazioni sono bloccate all’interno del trading range 2,51 euro – 2,76 euro. A questo punto, quindi, solo una chiusura esterna a uno di questi due livelli potrebbe dare direzionalità alle quotazioni. Di cosa potrebbe succedere al rialzo abbiamo già detto. Al ribasso, invece, il titolo potrebbe tornare sui minimi storici in area 1,9 euro.

Il potenziale rialzista e la sottovalutazione non devono ingannare: secondo l’analisi grafica a breve le azioni MAPS potrebbero ritracciare

Il titolo azionario MAPS (MILMAPS) ha chiuso la seduta del 17 giugno invariato rispetto alla seduta precedente a quota 2,65 euro.

Time frame settimanale

maps

Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Time frame mensile

maps

Approfondimento

I mercati azionari sono alle scadenze tecniche ma alle porte ci sono possibili ulteriori rialzi

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te