Il miglior metodo per bruciare grassi durante l’allenamento

Nella nostra società il mondo del fitness sta avanzando sempre di più. Molte più persone si avventurano in questa dimensione della cura del corpo fuori e dentro.

Si possono porre diversi obbiettivi ai fini dell’attività fisica in questo senso. Aumento della massa muscolare, della forza, della resistenza e tonificazione associata alla perdita di grasso sono i principali obbiettivi di un allenamento. In questo articolo andremo a concentrarci su quest’ultimo punto, andando a scoprire il miglior metodo per bruciare grassi durante l’allenamento.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Le basi del dimagrimento

Per levare i chili di troppo bisogna consumare più energia di quanta ne accumuliamo tramite il cibo, ovvero creando un deficit calorico giornaliero. L’allenamento aiuta in questo per due motivi. In primo luogo portando all’aumento, della massa muscolare che è di base una fornace di energia anche a riposo. In secondo luogo durante il training si bruciano calorie aiutando a raggiungere il deficit. Ma di cosa è fatta questa energia? Cosa andiamo a bruciare? Carboidrati e grassi sono i macronutrienti che introduciamo con l’alimentazione e sono le principali fonti energetiche del nostro corpo. Più nel particolare il glucosio e gli acidi grassi.

Queste due macromolecole se non c’è una richiesta di energia si accumulano. Il glucosio viene immagazzinato come  glicogeno nelle cellule del fegato e in parte nei muscoli. Gli acidi grassi si accumulano negli adipociti, le cellule che vanno a costituire il tessuto adiposo, il grasso che si vorrebbe eliminare. Ma allora come si può fare ad utilizzare proprio il grasso come fonte di energia?

Ecco il trucco

Il miglior metodo per bruciare grassi durante l’allenamento è fare esercizio fisico a digiuno.

Dopo un periodo relativamente lungo di digiuno come per esempio la mattina appena svegli, si hanno bassi livelli di glicemia. Quindi quando si inizia l’allenamento il nostro corpo non ha pronta dell’energia subito utilizzabile. Interviene allora il glucagone, un ormone che stimola le cellule del fegato a rilasciare glucosio per fornire di energia in primo luogo il cervello. Ora che la nostra materia grigia è al sicuro bisogna rifornire il resto del corpo, in particolare i nostri muscoli che stanno lavorando. Saranno proprio i grassi rilasciati degli adipociti ad andare nel fegato dove sono convertiti in corpi chetonici e inviati ai muscoli per dargli energia. Allenandoci in queste condizioni andremo a intaccare proprio il grasso di cui ci vogliamo liberare!

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te