I trucchi per avere tutte le carte di credito riunite evitando le commissioni agli ATM

Quanto sarebbe comodo poter controllare tutti i conti correnti e le carte di fornitori diversi direttamente da una sola app? Ebbene, abbiamo delle buone notizie per tutti coloro che ne sono alla ricerca. Non solo esistono diversi servizi a questo scopo, ma sono anche gratuiti. Alcuni di questi offrono funzioni apposite per tenere traccia dei movimenti di tutti i conti e creare un resoconto. Altri, invece, offrono una carta virtuale Mastercard, richiedibile anche fisica, collegata ai nostri conti e utilizzabile ovunque. Ulteriore vantaggio di quest’ultima soluzione, è l’assenza di commissioni sui prelievi e sui pagamenti in altre valute, già a partire dal piano gratuito.

Un solo metodo di pagamento per tutte le carte

Fra i trucchi per avere tutte le carte in un solo posto c’è Curve. Grazie alla Curve Card potremo collegare tutti i nostri metodi di pagamento ad un’unica soluzione, disponendo di un unico PIN. Una volta registrati, ci verrà recapitata automaticamente la carta Mastercard al nostro indirizzo, senza alcuna spesa aggiuntiva. È possibile effettuare pagamenti sia online che nei negozi fisici.

Se la nostra banca ci impone commissioni sui prelievi e prevede tassi di cambio elevati, Curve potrebbe essere un valido supporto per piccole somme. Nel piano gratuito, permette di effettuare ritiri di denaro da tutti gli ATM senza alcuna commissione, fino a 200 euro al mese. Questa funzione non è, però, valida nei weekend. Inoltre, è possibile accedere a tassi di cambio agevolati, senza sovrapprezzi ulteriori, fino a 500 euro al mese.

Non ne condividono tutte le funzioni, ma esistono delle alternative a Curve per avere tutte le carte di credito a portata di app. Ed è anche possibile, se il nostro conto non avesse queste caratteristiche, trovare conti correnti senza commissioni su prelievi e bonifici.

I trucchi per avere tutte le carte di credito riunite evitando le commissioni agli ATM

Esistono tantissimi altri modi per tenere sotto controllo le spese mensili, non necessariamente collegate ad un metodo di pagamento. È il caso delle app di “budgeting”, che si figurano come delle vere e proprie piattaforme di controllo dei risparmi. Collegando i nostri conti, ne potremo seguire le transazioni, raggrupparle per categoria e creare dei report. Esistono diverse app a questo scopo. Fra le più votate sul marketplace di Google spiccano “Mint”, ”Gestione delle spese, budget e finanze, risparmi” e “Monefy”.

Lettura consigliata

Se abbiamo un vecchio conto corrente sono questi gli svantaggi evidenti a cui potremmo essere soggetti

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te