I 3 peggiori errori da evitare per nuotare in perfetto stile libero

Sappiamo che fare una regolare attività fisica è molto importante sia per il corpo che per la mente. In questo periodo tuttavia, di uscire a correre o allenarsi con i pesi in palestra non viene proprio voglia. Le alte temperature rendono tutto molto più faticoso, anche lo stare fermi!

Mare e piscina però ci vengono incontro e molti approfittano della bella stagione per farsi delle belle e sane nuotate.

Le donne, in genere affezionate ai corsi in gruppo, in estate optano per la divertente acquagym. Una bella attività che rassoda, tonifica e al tempo stesso allena anche il cuore. Abbiamo visto infatti quante calorie si consumano con una energica e divertentissima lezione.

I ‘puristi’ invece preferiscono il classico nuoto macinando vasche su vasche. Per ottimizzare gli sforzi e avere risultati nel giro di poco tempo è utile la lettura dell’articolo “Quanto e in che stile dobbiamo nuotare per bruciare più calorie” .

Lo stile libero, noto anche come crawl, è la tecnica più comune. Vi sono però degli errori molto diffusi che ci fanno nuotare male. Sprechiamo energie inutilmente e facciamo dei movimenti scorretti.

I 3 peggiori errori da evitare per nuotare in perfetto stile libero

Respirazione

L’errore più classico è quello di respirare troppo in ritardo. Mentre è invece fondamentale rispettare i tempi giusti. Bisogna prendere aria con la bocca poco prima di far uscire la mano dall’acqua. In pratica, si deve respirare quando inizia la bracciata.

Alla fine della fase di spinta, mettere la faccia sott’acqua. Così facendo diminuisce anche il rischio di bere.

Ingresso della mano in acqua

In questo caso, gli errori più comuni sono:

  1. entrare con le dita rivolte in basso;
  2. tenere il palmo della mano piatto;
  3. inserire la mano nell’acqua partendo dal pollice.

La tecnica corretta prevede una entrata dritta con il polso in linea con avambraccio e mano.
Per comprendere meglio la tecnica, si possono utilizzare le apposite palette, una sorta di pinne per le mani. Ci permettono di avere anche una miglior presa sull’acqua.

La gambata

Nuotando a stile spesso si tende a piegare le ginocchia. Cosa che, di conseguenza, fa affondare le gambe. In questa maniera, oltre a fare più fatica, si avanza di meno.

Cosa fare quindi. Mantenere le gambe ben tese. Eseguire il movimento di battuta partendo dall’anca. Eseguire infine dei movimenti rapidi ma non troppo ampi.

In questo modo si aumenta la velocità e si avverte molta meno fatica.

Ecco quindi quali sono i 3 peggiori errori da evitare per nuotare in perfetto stile libero.

Approfondimento

Attenzione chi nuota deve evitare questi 4 errori altamente nocivi.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te