Godiamoci la pensione o una bella vacanza in questa città europea con un costo della vita inferiore del 30% rispetto all’Italia

Un buen ritiro per godersi la pensione o una splendida meta per un viaggio economico e suggestivo da fare soprattutto in primavera. Non un dilemma, ma una possibilità che offre una non conosciutissima isola del Mediterraneo. La terza per estensione dopo Sicilia e Sardegna, che si trova a circa 3 ore di volo da Roma.

Facilmente raggiungibile ogni giorno, spesso con buone tariffe aeree. Stiamo parlando di Cipro.  Uno stato politicamente diviso in due parti dalla linea verde, il Nord riconosciuto solamente dalla Turchia e il Sud sotto l’egida greca. Salvo rare eccezioni, queste due comunità convivono pacificamente tra loro e il confine si può tranquillamente varcare mostrando un semplice documento d’identità.

Le spiagge e i 650 km di costa invogliano parecchio il turismo, oltre a un clima mite per gran parte dell’anno. Un costo della vita inferiore tra il 20 e il 30% incentiva molte persone a considerarlo come meta di vacanza o come possibilità di vivere qui con una pensione dignitosa.

In particolare, oggi descriveremo la città di Larnaca, la terza più popolosa dopo Limassol e Nicosia, la capitale. Non solo, però, perché qui sorge l’aeroporto internazionale più importante del Paese, che dista poco meno di 7 km dal centro cittadino.

Posta a sud del Paese, si trova molto vicino al confine con la parte turca. Poco più di 50.000 abitanti, con un centro storico molto carino e splendide bellezze naturali da visitare. A partire dal Lago Salato. Una distesa d’acqua che non raggiunge il metro d’altezza in inverno e che si prosciuga completamente in estate, lasciando una distesa di sale in superficie. Qui si possono ammirare i famosi fenicotteri rosa, oltre che godersi in pieno la natura. Vicino al lago, poi, si staglia la moschea di Hala Sultan Tekke, una delle più importanti per il mondo islamico.

Godiamoci la pensione o una bella vacanza in questa città europea con un costo della vita inferiore del 30% rispetto all’Italia

Il centro storico è chiaramente influenzato dalle tante dominazioni che si sono susseguite nell’isola. Dai Romani ai Veneziani, fino agli Ottomani. La coloratissima Cattedrale ortodossa di San Lazzaro, per esempio, è un mix di stili. Costruita dai Bizantini è stata completamente rivisitata alcuni secoli dopo.

Sempre nel centro possiamo visitare la moschea di Al Kebir, che sorge vicino al mare, a pochi passi dal Forte di Larnaca. La particolarità di questo monumento è che, in origine, era una chiesa cristiana. Poi con il passaggio alla dominazione ottomana divenne la prima moschea dell’isola.

Una suggestiva escursione che merita sicuramente di essere fatta è quella che parte dal porto di Larnaca e arriva, dopo pochi chilometri, al luogo in cui affondò la nave Zenobia. Nel 1979, infatti, questa imponente imbarcazione lunga 180 metri si inabissò vicino alla costa. Ancora oggi, le guide accompagnano i turisti nelle immersioni per vederne lo scheletro.

Infine, non molto fuori dal centro, iniziano i 75 archi che compongono il lunghissimo acquedotto di Kamares, costruito in epoca ottomana. Anche se è stato pensionato dalla tecnologia moderna, esso potrebbe tranquillamente essere ancora utilizzato. Ha rifornito la città di acqua dal 1747, anno della sua costruzione, per più di due secoli.

Godiamoci la pensione o una bella vacanza a Larnaca, terza città di Cipro. Un luogo magico dove sono confluiti tantissimi stili diversi e dove, soprattutto, si può godere di un clima e di un costo della vita davvero invidiabile.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te