Gli sconti sulle bollette di luce e gas per chi percepisce il reddito di cittadinanza

Il team di Proiezionidiborsa indicherà ai lettori quali sono gli sconti sulle bollette di luce e gas per chi percepisce il reddito di cittadinanza. Sappiamo che i percettori del sussidio governativo ricevono mensilmente un assegno perché appartengono ad una fascia reddituale bassa. Il che significa per molte famiglie italiane che ricevono la ricarica non riuscire a fronteggiare le spese quotidiane senza gli aiuti statali.

Spesso non si può risparmiare più di tanto sugli importi delle bollette di energia elettrica, di gas e acqua a causa dei costi fissi. Anche i contribuenti più attenti a ridurre con piccoli accorgimenti i consumi quotidiani non riescono ad abbassare in misura sensibile le spese bimestrali.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, l'integratore che ti fa dimagrire velocemente - 4 al prezzo di 1 e la consegna è gratuita

Scopri di più

Nell’articolo “I 3 costi nascosti delle bollette di luce e gas” i nostri esperti hanno analizzato le voci fisse di spesa che gravano sui consumatori. Ciò a conferma del fatto che per quanta oculatezza si possa avere, restano comunque delle somme di denaro da versare ai fornitori. Vediamo dunque di capire quali sono gli sconti sulle bollette di luce e gas per chi percepisce il reddito di cittadinanza.

Gli sconti sulle bollette di luce e gas per chi percepisce il reddito di cittadinanza

Anche chi già riceve la ricarica del reddito di cittadinanza ha diritto ad agevolazioni economiche sulle utenze domestiche. Secondo il dettato del Decreto legge n. 4/2019 gli intestatari del reddito di cittadinanza possono richiedere il bonus elettrico. Si tratta di una misura economica a sostegno delle famiglie italiane in difficoltà finanziarie e consente di ricevere sconti direttamente in bolletta. Le agevolazioni riguardano la fornitura di energia elettrica, di gas e di acqua.

Per richiedere gli sconti sulle utenze domestiche i contribuenti possono utilizzare un unico modulo per luce, gas e fornitura idrica. I percettori del reddito di cittadinanza sono tenuti a specificare il numero di protocollo relativo al sussidio. In alternativa possono allegare alla richiesta da consegnare al Comune di residenza la documentazione da cui si evince di essere beneficiari del reddito di cittadinanza.

Scopri Plus500
Scopri Plus500

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.