Giardini e prati sempre perfetti e ben curati senza erbacce e senza muschio 

Con l’arrivo della bella stagione, una delle cose più desiderate è quella di avere un bel prato verde, curato e rigoglioso, dove poter trascorrere del tempo in completo divertimento o relax.

Non c’è da stupirsi però se spesso sono presenti nemici comuni come erbacce e muschi che rovinano l’aspetto del giardino.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Il muschio è una pianta che si sviluppa in ambienti molto umidi, il suo nutrimento proviene non dalle radici che fungono unicamente da ancoraggio, ma dalle foglie.

Il muschio cresce dove all’interno del prato si sono creati degli spazi vuoti causati da umidità e scarsa  presenza di sole.

Infatti proprio l’eccesso di acqua stagnante, la presenza di spazi in zone ombreggiate e di terreni umidi ed argillosi creano le condizioni ottimali per la crescita dei muschi.

Solo un prato sano, fitto e ben curato riesce a resistere alle piante infestanti e al muschio, evitando che ci siano spazi vuoti da colonizzare.

Come avere giardini e prati sempre perfetti e ben curati senza erbacce e senza muschio?

Per prevenire la sua formazione il prato deve essere umido ma privo di acqua stagnante.

L’erba per crescere ha bisogno di molto sole a differenza delle infestanti e del muschio che proliferano anche in zone d’ombra.

Il valore del pH non deve essere inferiore a 6, in questo caso l’erba morirebbe lasciando la formazione di spazi vuoti.

Sono assolutamente da evitare tagli eccessivi e sfalci irregolari, è consigliabile tagliare l’erba poco e spesso.

Il modo più semplice per combattere il muschio è quello di utilizzare appositi concimi ricchi di ferro che ne procureranno la sua bruciatura.

Il periodo migliore per effettuarla è inizio primavera o inizio autunno.

Gli spazi liberi lasciati dal muschio seccato devono essere riseminati con sabbia silicea.

Invece per le erbacce infestanti la cosa migliore è quella di ricorrere ad un sarchiatore che agisce direttamente sulla radice, bloccandone la ricrescita.

Oppure in sua mancanza con un po’ di pazienza si può ricorrere all’estirpazione manuale, facilitata se effettuata dopo una pioggia o una innaffiatura. Quando il suolo è umido le radici delle piantine si ammorbidiscono e risultano più facili da estirpare.

È possibile ricorrere anche a rimedi chimici o naturali come acqua bollente e spray con aceto.

Ecco dunque giardini e prati sempre perfetti e ben curati  senza erbacce e senza muschio con facili rimedi di prevenzione.

Consigliati per te