Facciamo il pieno di potassio, fibre e antiossidanti mettendo nel carrello questo frutto di stagione

La nostra dieta rappresenta una grande opportunità per migliorare la nostra salute, alleviando i sintomi di diversi disturbi e patologie. Non solo, ma mantenersi in forma ha soprattutto un’azione preventiva in moltissimi casi. Per questo è importante seguire i consigli degli esperti e fare una dieta varia ed equilibrata, combinandola con della sana attività fisica. Fra i tanti cibi che risultano per lo più benefici per la salute c’è un frutto che ormai è entrato da anni nelle nostre case. Facciamo il pieno di potassio, fibre e antiossidanti mettendo nel carrello questo frutto di stagione, leggero e gustoso.

Qui di seguito spiegheremo di che frutto si tratti e perché dovremmo inserirlo nella nostra dieta, in quali casi e come gustarlo.

Un frutto venuto da lontano

Diversi tipi di frutta e verdura si trovano ormai in ogni supermercato, ma in realtà la loro origine è ben più esotica. Questo è il caso del kiwi, un frutto originario della Cina e che si è poi diffuso in quasi tutto il Mondo. Oggi i maggiori produttori sono la Nuova Zelanda, la Francia, gli Stati Uniti e il Giappone e anche l’Italia, dove i kiwi sono in stagione da novembre a maggio.

In realtà, esisterebbero ben 21 varietà di kiwi, ognuna con un aspetto leggermente diverso e un sapore più o meno acido. In ogni caso, le proprietà che questo frutto contiene sono tante e vale la pena conoscerle per consumare il kiwi in modo consapevole.

Facciamo il pieno di potassio, fibre e antiossidanti mettendo nel carrello questo frutto di stagione

Il kiwi è un frutto leggero indicatissimo se desideriamo perdere peso. Infatti, a 100 grammi di kiwi corrispondono solo 44 calorie. In effetti, quasi il 70% della polpa è composta da acqua, ma ci troviamo anche zuccheri, fibre, vitamine e minerali. Se consideriamo le vitamine presenti in maggiori quantità non possiamo non citare quella di tipo C, contenuta in quantità anche più grandi rispetto alle arance. In effetti, il kiwi contiene anche polifenoli e carotenoidi. Non è finita qui, perché consumando questo frutto possiamo assumere anche buone quantità di vitamina K e vitamina E.

Per quanto riguarda i minerali, in 100 grammi di kiwi ci sono ben 400 mg di potassio, seguito dal fosforo e dal calcio. Non è cosa da poco, considerato che proprio il potassio può contribuire a proteggere la salute cardiovascolare. Gli antiossidanti come la vitamina C invece possono aiutare a contrastare i radicali liberi responsabili del danneggiamento cellulare e dell’invecchiamento. Le fibre, invece, ascrivono il kiwi tra quei comuni frutti grandi alleati contro stitichezza e intestino pigro.

Attenzione, però, perché proprio il kiwi potrebbe interferire con alcuni farmaci anticoagulanti e contro la pressione alta. In più, ne viene controindicato il consumo per chi soffre di problemi ai reni o alla cistifellea. Ad ogni modo, in caso di dubbio consultiamo sempre il nostro medico curante.

Come mangiare il kiwi

Possiamo gustare il sapore del kiwi non solo mangiando il semplice frutto. Possiamo anche creare dei frullati molto salutari, usando solo il kiwi o in combinazione a frutta o verdura. Ad esempio, per smorzarne l’acidità, mettiamo in un mixer il kiwi sbucciato insieme alla metà di una banana e della cannella, a piacere. Per un frullato più consistente possiamo anche aggiungere dello yogurt magro o del latte.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te