Ecco svelato quanti minuti stare sotto la doccia per non rovinare la pelle

Durante il periodo estivo uno dei rimedi più efficaci contro il grande caldo è sicuramente lavarsi frequentemente.

In molti, infatti, per combattere l’afa aumentano il numero dei lavaggi quotidiani. Tuttavia, anche un gesto semplice come il farsi la doccia potrebbe nascondere dei pericoli, soprattutto se fatta più volte al giorno.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

Frequentemente sulle pagine di ProiezionidiBorsa si sono consigliati rimedi all’afa e al sudore (consultare qui).

Oggi, invece si cercherà di fare chiarezza sulle conseguenze di docce troppo frequenti.

Temperatura

In molti, specialmente in inverno, prediligono docce bollenti. Tuttavia gli esperti sostengono che l’acqua eccessivamente calda andrebbe evitata per proteggere la pelle.
Infatti, una temperatura eccessiva andrà a ridurre l’umidità della pelle, eliminando anche i batteri necessari per l’organismo.

Inoltre, il calore eccessivo favorirà secchezza cutanea e l’insorgere di infezioni. Sarebbe preferibile utilizzare acqua semi calda o, addirittura, fredda.

Prodotti

L’utilizzo di prodotti eccessivamente schiumogeni e aggressivi porta con sé il rischio di esporre eccessivamente la pelle all’insorgere di dermatiti.

Quando si procede a lavaggi frequenti si consiglia di prediligere detergenti delicati, non aggressivi e senza profumi.

Inoltre, chi soffre di problemi alla pelle dovrebbe utilizzare una crema idratante una volta terminata la doccia.

Esfoliazione

Chi soffre di pelle molto grassa o di acne potrà anche utilizzare detergenti specifici per l’esfoliazione. Si tratta di scrub utili per rimuovere il sebo in eccesso che possono essere acquistati al supermercato come in farmacia.

Tuttavia, attenzione a non esagerare dal momento che se un’azione aggressiva potrebbe lasciare la pelle secca.

Quanto lavarsi?

Ricapitolando, gli esperti concordano nel dire che non esistono controindicazioni a lavaggi frequenti a patto di rispettare alcune regole.

Tuttavia, i più pigri devono sapere che la valida alternativa alla doccia quotidiana è una doccia ogni due giorni.

Lavarsi a giorni alterni, inoltre, è anche la scelta che, riducendo drasticamente lo spreco di acqua, tutelerà maggiormente l’ambiente.

Ecco svelato quanti minuti stare sotto la doccia per non rovinare la pelle

Gli esperti sostengono che non ci siano delle reali controindicazioni a lavaggi frequenti. Tuttavia, sarebbe preferibile evitare bagni e docce prolungati nel tempo. Infatti, una doccia eccessivamente lunga potrebbe creare problemi alla pelle rendendola secca, specialmente in caso di pelle atopica.

Per questo motivo, sia per i bambini che per gli adulti, sarebbe preferibile non superare i dieci minuti sotto l’acqua.

Un discorso diverso andrà, invece, fatto per i bagni che sarebbe preferire ridurre a una volta alla settimana della durata non superiore al quarto d’ora.

Ecco, quindi, svelato quanti minuti stare sotto la doccia per non rovinare la pelle.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te