Ecco svelato il sorprendente segreto per allontanare vespe e calabroni in modo naturale

Con l’arrivo della stagione calda arriveranno anche vespe e calabroni. Soprattutto se si possiede un giardino o un orto il problema potrebbe presentarsi insistentemente.

In molti cercano dei modi per allontanare naturalmente questi animali dalle case senza dover, per forza, ricorrere a insetticidi. Nel caso in cui si volessero allontanare le mosche si consiglia questa lettura.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Ci sono alcune piante che potrebbero favorirne l’allontanamento senza dover ricorrere a prodotti chimici.

Tra queste merita di essere ricordato l’assenzio, una pianta molto famosa che cresce spontaneamente in molte zone di Italia. Si tratta di una pianta molto bella che, oltre a fornirci una protezione contro vespe e calabroni, abbellirà sia i balconi che i giardini con il suo colore verde argento.

Ma come si coltiva l’assenzio in vaso o nei pressi di un orto? Ecco svelato il sorprendente segreto per allontanare vespe e calabroni in modo naturale.

Come coltivare

L’assenzio è una pianta che può essere coltivata come annuale o perenne di altezza molto variabile. La caratteristica principale dell’assenzio è quella di avere una base legnosa ma steli erbacei con foglie molto diverse tra loro.

Sulla parte bassa le foglie saranno molto grandi mentre, andando verso la cima, diverranno sempre più semplici.

Predilige i posti ben soleggiati e asciutti, per questo motivo andrà sistemato in pieno sole o mezz’ombra.

Potrà essere seminato o si potranno acquistare delle piantine presso un vivaio o un garden center.

La messa a dimora dovrà avvenire durante la primavera o l’autunno in un terreno calcareo, ricco ma ben drenato. Il pH ideale per una coltivazione ottimale è neutro ma si adatta bene anche ad altri tipi di terreno.

Da evitare, però i suoli compatti e molto argillosi che potrebbero facilita i ristagni di acqua.

Con l’arrivo della stagione fredda il nostro assenzio seccherà ma non bisognerà temere, infatti le radici rizomatose resisteranno al freddo. Durante la primavera rispunterà e ci regalerà di nuovo moltissime foglie da raccogliere.

Infatti, è una pianta molto resistente al freddo che può anche essere coltivata a grandi altitudini dal momento che resiste a temperature sotto lo zero.

Irrigazioni

Le prime settimane dopo la messa a dimora, le nostre piantine necessiteranno di un terreno umido. Tuttavia, attenzione ai ristagni di acqua che potrebbero danneggiare l’apparato radicale.

Prima di annaffiare si consiglia di aspettare che il terreno sia ben asciutto.

Ecco svelato il sorprendente segreto per allontanare vespe e calabroni in modo naturale

La pianta di assenzio, come si è scritto in precedenza, con il suo forte aroma è in grado di tenere lontani calabroni e vespe.

Per questo motivo è ottima da sistemare nei pressi di orti o su balconi e davanzali. Ci permetterà di tenere lontani questi fastidiosi insetti in modo naturale, senza dover ricorrere a prodotti tossici.

Consigliati per te