Ecco perché la vaschetta dell’ammorbidente è piena di acqua a fine lavaggio

Gli elettrodomestici sono dei macchinari che hanno il compito di semplificarci la vita. Le nostre case sono piene di piccoli e grandi strumenti che fanno il lavoro al posto nostro.

Sia che si tratti di cucinare o di pulizie domestiche, gli elettrodomestici sono indispensabili e ci fanno risparmiare del tempo prezioso.

Aspirapolvere, microonde, lavastoviglie, lavatrice

Per avere il pavimento sempre pulito ed evitare che si accumuli lo sporco utilizziamo l’aspirapolvere. Per cucinare o riscaldare gli avanzi del giorno prima usiamo il microonde. Mentre per risparmiare l’acqua e non rovinarci le mani c’è la lavastoviglie. Naturalmente abbiamo anche il forno, la planetaria, ecc.

Non dimentichiamo la lavatrice, un elettrodomestico presente in tutte le case che ci aiuta nella pulizia del bucato.

Questo strumento ha bisogno di una manutenzione corretta e costante. Ecco quindi che regolarmente dobbiamo occuparci di alcune delle sue parti.

Infatti, per evitare che emani dei cattivi odori è necessario effettuare periodicamente dei lavaggi a vuoto ad alta temperatura e pulire il cestello. Ma è anche fondamentale occuparsi del filtro e della guarnizione che potrebbe accumulare sporco e muffa.

Ecco perché la vaschetta dell’ammorbidente è piena di acqua a fine lavaggio

Per fare in modo che il nostro bucato sia sempre profumato e morbido, spesso utilizziamo l’ammorbidente. Lo inseriamo nell’apposito cassetto contrassegnato con il simbolo del fiore.

Ma potrebbe capitare, a fine lavaggio, di trovare questo spazio pieno di acqua.

Cosa è successo?

Probabilmente l’ammorbidente non riesce a defluire correttamente, perché ne abbiamo utilizzato troppo. Proviamo a diluirlo con dell’acqua e non superiamo mai le dosi consigliate.

È anche importante pulire la vaschetta del detersivo. Estraiamola e immergiamola in una soluzione di acqua calda e bicarbonato.

Puliamo tutte le sue parti utilizzando un vecchio spazzolino. Con questo metodo elimineremo le incrostazione accumulate nel tempo ed eventuali residui di calcare.

Cerchiamo di ripetere questa operazione regolarmente per evitare altri eventuali problemi.

Quindi ecco perché la vaschetta dell’ammorbidente è piena di acqua.

Aceto e bicarbonato al posto dell’ammorbidente

Ma non tutti sanno che si può ottenere un bucato morbido anche senza utilizzare l’ammorbidente.

Ad esempio, potremmo sostituirlo con l’aceto. Dobbiamo solo versarlo all’interno dell’apposito scomparto dedicato all’ammorbidente.

Anche il bicarbonato di sodio sarebbe un’ottima soluzione, perché agirebbe sul calcare. Basterà diluirne un cucchiaio in acqua e aggiungere il composto in lavatrice.

Ecco quindi 2 rimedi della nonna per rendere il bucato morbido senza utilizzare l’ammorbidente chimico, che potrebbe anche provocare delle allergie alla pelle.

Lettura consigliata 

Ecco come nascondere la lavatrice in un bagno piccolo o in casa utilizzando delle soluzioni geniali e a basso prezzo

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te