Ecco dove non si dovrebbe mai tenere questo elettrodomestico per non rischiare bollette salatissime

Le case delle famiglie sono abitate al giorno d’oggi da decine di elettrodomestici. Ciascuno di essi svolge una funzione particolare e prevede anche dei consumi specifici. È proprio a tale proposito che occorre prestare molta attenzione affinché alcune banali sviste non causino delle stangate sulle bollette. È il caso ad esempio del frigorifero, uno degli elettrodomestici sempre attivi e quindi maggiormente esposto ai consumi energetici. Ecco dove non si dovrebbe mai tenere questo elettrodomestico per non rischiare bollette salatissime.

Quali angoli della casa evitare per non far salire i costi sui consumi del frigorifero

Quando si sceglie dove posizionare il frigorifero di casa, non è possibile lasciarsi guidare esclusivamente da ragioni estetiche. Un occhio particolare si deve porre anche ad eventuali aumenti di consumi che scattano in particolari circostanze. Esistono infatti zone della casa altamente sconsigliate per posizionare il proprio frigo in quanto particolarmente calde. Il calore dell’ambiente esterno tende ad aumentare l’attività del frigo che per ristabilire la temperatura interna desiderata lavora continuamente. Per tale ragione, al fine di evitare inutili sprechi di corrente, è utile prestare particolare attenzione ad alcuni accorgimenti.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina Fit, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Ecco i punti della casa in cui non si dovrebbe mai tenere questo elettrodomestico per non rischiare bollette salatissime. Laddove possibile, evitare con scrupolo di posizionare il frigo vicino a fonti di calore dunque. Un esempio sono i termosifoni, i fornelli o le finestre dalle quali filtrano direttamente i raggi solari per lunga parte della giornata. In questa maniera si farà un lavoro di prevenzione evitando che il proprio frigo si surriscaldi e consumi molta energia elettrica.

Attenzione alle fonti di calore ed anche ad un altro dettaglio importantissimo

per garantire il corretto funzionamento del proprio elettrodomestico, un altro aspetto da considerare riguarda il distanziamento dalla parete. Quando si posiziona il frigo è utile lasciare almeno una decina di centimetri di distanza tra la parete e il lato posteriore dell’elettrodomestico. In questa maniera si evita che la serpentina che è posizionata sul retro si surriscaldi e si favorisce una buona ventilazione alle parti elettriche. In questa maniera si assicura una vita più lunga al proprio refrigeratore senza rischiare costose manutenzioni o sostituzioni.

A proposito di manutenzione, abbiamo indicato ai Lettori un suggerimento utile per abbassare i costi di consumo del frigorifero di casa. Nell’articolo “L’errore che molti commettono con questo elettrodomestico e che causa una mazzata sulla bolletta” la guida completa.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te