Ecco cosa fare per proteggere i capelli dall’umidità autunnale senza acquistare neanche un prodotto

L’autunno è una stagione romantica e suggestiva. Le strade si ricoprono di incantevoli foglie color dell’arancio, l’aria è inebriata dagli aromi del legno. È la stagione in cui iniziamo a pregustare il sapore delle castagne e desiderare il calore del caminetto. Tutto bello, quasi perfetto, non fosse per la pioggia, la nebbia, e i loro terrificanti effetti sulle nostre chiome. Quindi ecco cosa fare per proteggere i capelli dall’umidità autunnale senza acquistare neanche un prodotto.

Le ore e ore davanti allo specchio con la piastra o col phon sembrano non servire a niente. Inutile acquistare costosissimi prodotti anti crespo. Quando usciamo di casa, come d’incanto, finiamo sempre per avere l’aspetto di un cantante anni ’80. Senza contare che l’esposizione al sole durante l’estate, i ripetuti bagni al mare e in piscina, non hanno certo contribuito alla salute dei nostri capelli.

Piccole ma fondamentali accortezze

C’è da sapere che i capelli, per quanto curati, possono essere crespi di natura. Nella maggioranza dei casi, però, lo sono diventati grazie all’utilizzo di prodotti sbagliati e trattamenti chimici selvaggi. Il primo consiglio per l’autunno è quindi quello di ridurre il numero di lavaggi per permettere al capello di irrobustirsi naturalmente. Durante il lavaggio è molto importante la temperatura dell’acqua. Non troppo fredda, non troppo calda. Una temperatura equilibrata può tenere a bada l’effetto crespo in fase di asciugatura.

Una volta usciti dalla doccia dobbiamo avvolgere la nostra chioma in un panno e frizionare fino a che i capelli non risulteranno semi asciutti. È indicato utilizzare il phon a una buona distanza dalla testa, evitando così il contatto diretto tra l’aria rovente e il capello. L’asciugatura non dev’essere veloce o approssimativa, è una fase delicata che richiede tempo.

Ecco cosa fare per proteggere i capelli dall’umidità autunnale senza acquistare neanche un prodotto

Per ottenere l’effetto desiderato e liberarci definitivamente dei capelli elettrici e gonfi, è importante seguire le indicazioni sopradescritte. Un altro consiglio utile è quello di scegliere un balsamo adatto, possibilmente senza risciacquo. Il balsamo andrà distribuito su tutta la lunghezza del capello, ciocca dopo ciocca, con tanta calma e pazienza.

Una spazzola con setole di cinghiale è quella più indicata allo scopo. Le setole larghe e morbide permetteranno di distribuire efficacemente il balsamo, districare la chioma e accarezzare il capello. Tenere una spazzola di questo tipo in borsa o nello zaino, sarà una valida alternativa all’utilizzo delle nostre mani. È infatti sconsigliato toccarsi troppo la chioma durante la giornata per evitare di ungere il capello e rovinare la piega.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini dei nostri lettori nell'utilizzo degli strumenti, degli ingredienti e dei prodotti per la cura della persona. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con gli strumenti, ingredienti e prodotti normalmente utilizzati per la cura della persona e il make-up. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te