Ecco cosa c’è da sapere sulle probabilità di vincita dei gratta e vinci

Tentare la sorte è un’attitudine connaturata nell’essere umano. C’è chi ogni giorno legge l’oroscopo alla ricerca di elementi per capire come trovare la fortuna, altri invece si affidano al rischio, dato che grazie all’economia sappiamo che gli investimenti più rischiosi sono anche quelli che possono farci diventare più ricchi. Altri, infine, comprano delle lotterie istantanee permesse e controllate dallo Stato italiano. Parliamo dei famosi gratta e vinci, di cui esistono tipologie di tutti i prezzi. A volte si vince e a volte si perde, l’importante è seguire le indicazioni del Ministero della Sanità sul rischio ludopatia. Ad ogni modo, gli esperti di ProiezionidiBorsa si sono interrogati sulla probabilità di vincita e sul perché. Infatti, ecco cosa c’è da sapere sulle probabilità di vincita dei gratta e vinci.

La media

La serietà di un’analisi dipende largamente dalle fonti consultate. In questo caso, bisogna consultare direttamente l’Agenzia dei Monopoli, detentrice ultima e unica dell’erogazione dei gratta e vinci. Ebbene, quest’agenzia sottolinea che un giocatore vince una volta su 3,6. In altre parole, l’Agenzia dei Monopoli ci dice che poco più di un tagliando su quattro è vincente. Certo, questa è una media statistica che non va confusa con la realtà. Possiamo trovarci di fronte a venti tagliandi tutti vincenti o venti tagliandi tutti perdenti. Inoltre, in questo conteggio si calcolano anche le vincite pari al prezzo del tagliando. Si tratta di una vincita, certo, ma che va a coprire soltanto il costo stesso del biglietto.

Ecco cosa c’è da sapere sulle probabilità di vincita dei gratta e vinci

Inoltre, questo dato va letto anche in ottica generale. Il valore di vittoria ogni 3,6 biglietti è una media tra tutte le lotterie istantanee. Ce ne sono alcune che presentano una media di vincita più bassa ed è bene andare a consultare direttamente il sito dell’Agenzia dei Monopoli per verificare personalmente ogni biglietto.

Le ragioni di una tale scelta sono determinate dal fatto che per creare un certo tipo di mercato, servono dei biglietti vincenti. Se si sapesse che le lotterie istantanee sono sempre perdenti, evidentemente non esisterebbe più un mercato del genere. In questo modo, infatti, riesce a far intercettare una domanda sempre presente in Italia con un’offerta che, in questo caso, è controllata dallo Stato.

Approfondimento

Grandissimo colpo di fortuna per i Pesci ma attenzione a Saturno per Gemelli e Toro

Consigliati per te