Ecco come risparmiare sulla pulizia della caldaia spendendo meno in manutenzione

L’inverno sta arrivando, come dicevano i protagonisti della famosa serie TV ‘Il Trono di Spade’. Ed è verissimo: l’inizio di settembre è ormai giunto e bisogna iniziare a prepararsi. In particolare, è tempo di pensare alla manutenzione della caldaia, che in estate è utilizzata quasi solo per l’acqua calda sanitaria. In inverno diventa invece il centro di riscaldamento della casa, che dev’essere tenuto quindi in piena efficienza per garantire la giusta temperatura interna. Un costo che spesso aumenta e pesa sul bilancio familiare. Ma c’è qualche trucco: ecco come risparmiare sulla pulizia della caldaia.

Il calcare soprattutto è un grande nemico delle tubature e della caldaia in particolare. Nelle zone dove l’acqua è particolarmente dura i tipici residui bianchi tendono a formarsi con molta più frequenza. Bisogna dunque stare particolarmente attenti e tenere le tubature in piena efficienza per evitare che si rovinino. Di norma, come molti sanno, il calcare si presenta come granuli o aloni bianchi che si solidificano attaccandosi a tubi, lavabi e pareti interne della caldaia. L’accumulo eccessivo di questa sostanza può portare anche a un funzionamento ridotto del 20%.

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Ecco come risparmiare sulla pulizia della caldaia spendendo meno in manutenzione

I rischi non si fermano qui. Un accumulo di calcare spesso comporta dispersione di calore e riduzione della produzione di acqua calda. Di conseguenza, la caldaia diventa meno performante e consuma di più. Questo vuol dire bollette più pesanti, e con il costo del gas alle stelle è uno scenario decisamente poco desiderabile. Quindi la cosa migliore da poter fare è prevenire sul nascere la formazione di calcare, utilizzando alcune tecniche precise. Si può installare un dosatore di polifosfato, oppure un filtro anticalcare, che risolverà i problemi alla radice. Ce ne sono di varie tipologie ed è meglio farsi consigliare da una ditta esperta in questo tipo d’interventi.

Come si fa la pulizia

Per eliminare le incrostazioni in maniera fai da te si può però ricorrere a questo utile trucco. In primis bisogna chiudere acqua e gas e spegnere completamente la caldaia. Si deve poi collegare un tubo all’uscita dell’acqua, per poter introdurre nelle tubature una miscela particolare. Basta mischiare 250 ml di aceto bianco con acqua e far circolare la miscela nella caldaia grazie alla pompa. L’aceto scioglierebbe il calcare e restituirebbe nuova vita alle tubature. Attenzione però: per interventi più importanti, è sempre meglio rivolgersi a uno specialista invece di creare danni più grossi.

Lettura consigliata

Ecco come risparmiare soldi solo cambiando le impostazioni della caldaia

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te