Ecco come raccogliere e conservare le zucche per averle sempre a disposizione in inverno

La prima cosa che salta alla mente pensando all’autunno sono le zucche, probabilmente non c’è alimento che ce lo ricordi di più. In cucina è praticamente indispensabile, pochi riescono fare a meno della squisita vellutata preparata anche senza burro.

Questo ortaggio amatissimo spesso viene coltivato anche nell’orto domestico. Una pianta molto semplice da far crescere, non necessita di particolari cure. Bisogna, però, ammettere che solo i più fortunati potranno coltivare le zucche direttamente a casa. Chi possiede solamente un balcone, infatti, potrebbe riscontrare delle grandi difficoltà nel farle crescere per via del grande spazio di cui hanno bisogno per svilupparsi.

Per chi coltiva le zucche è arrivato il momento della raccolta da effettuare prima che le temperature scendano eccessivamente.

Esistono, tuttavia, alcuni problemi che possono presentarsi prima della raccolta.

Ecco come raccogliere e conservare le zucche per averle sempre a disposizione in inverno

Esistono diverse varietà di zucca ognuna con modalità di maturazione diverse. La raccolta della zucca dovrà avvenire prima che le temperature scendano sotto ai 10 gradi, tra settembre e novembre a seconda della zona climatica.

Infatti, alcune zucche tenderanno a cambiare colore una volta mature, altre diventano leggermente più lucide.

La raccolta delle zucche, generalmente, può avvenire nel momento in cui il picciolo da verde diventa legnoso.

Infatti, una volta seccatosi il nutrimento non verrà più trasferito alla zucca che smetterà di crescere.

Una volta raccolta si potranno anche conservare i semi di zucca per la semina dell’anno successivo in una zona fresca della casa. Il massimo sarebbe riporli in un contenitore di plastica bucato all’interno del frigorifero.

E se la zucca si stacca prima del tempo?

In alcuni casi le zucche potrebbero raggrinzirsi e staccarsi prima del tempo dalla pianta madre.

Prima di disperare, però, sarà importante procedere con un controllo generalizzato dell’ortaggio. Nel caso in cui non siano presenti né maculature né marciumi il distacco sarà probabilmente legato ad uno squilibrio nutrizionale o ad elevate temperatura e umidità.

Un esempio si lega a filo diretto con l’eccesso di azoto nel periodo in cui si formano i frutti. Oltre a questo, la causa potrebbe essere legata alla presenza di troppe zucche che causano, quindi, un distacco fisiologico.

In presenza di marciumi, invece, il problema potrebbe essere causato dalla presenza di funghi e malattie.

Conservazione

La zucca si potrà conservare per tutto l’inverno anche intera ma bisognerà seguire alcune regole. Innanzitutto la temperatura dovrà essere compresa tra i 17 e i 22 gradi, mai al di sotto i 10 gradi.

Al contrario di altre tipologie di ortaggi o frutti che potranno essere conservati tranquillamente in cantina per la zucca bisognerà agire diversamente.

Infatti, non dovrà essere esposta alla luce diretta né all’umidità, per questo una cantina solitamente non andrà bene.

Molto spesso, però, le zucche sono grandi e difficili da consumare in un solo giorno. Per questo motivo si potrà avvolgere la parte di ortaggio non utilizzato in una pellicola trasparente da riporre in frigorifero. Ecco, quindi, come raccogliere e conservare le zucche per averle sempre a disposizione in inverno.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te