Ecco come mangiare il gelato senza ingrassare seguendo le regole degli esperti e scegliendo i gusti giusti

Spesso in estate molte persone perdono peso naturalmente. I motivi possono essere molteplici: prima di tutto fa più caldo e si riduce il senso di fame, poi generalmente ci si muove di più e si prediligono dei cibi ricchi di acqua e meno calorici. Esiste però una tentazione che è sempre dietro l’angolo: il gelato. Questo sfizio fresco e godurioso può essere una dolce parentesi in qualche giornata torrida oppure può essere causa di un aumento ponderale sulla bilancia. Come nel caso della pizza, va quindi assunto all’interno di un preciso schema nutrizionale tenendo d’occhio anche i gusti che si scelgono. Dunque ecco come mangiare il gelato senza ingrassare all’interno di una dieta equilibrata e sana.

Tutto sul gelato e il parere della comunità scientifica

Prima di tutto gli esperti consigliano di prediligere quello artigianale rispetto a quello confezionato. Infatti nel primo, gli ingredienti sono trattati in un processo più lungo e questi hanno una maggiore qualità nutrizionale. Poi in linea generale si presentano meno calorici perché sono stati sottoposti a un processo di mantecazione che incorpora molta aria all’interno del prodotto. Quindi a parità di peso quelli industriali risultano più energetici e di qualità inferiore.

Uno sguardo sulle varietà presenti in gelateria

In generale i gusti meno calorici sono quelli alla frutta, ovvero i sorbetti. Questi, se comparati alle creme, apportano molte meno calorie. In generale un cono alla frutta apporta circa 100 calorie, mentre una coppetta con fiordilatte e cioccolato 180. In questo paragone è da tenere in conto che nel primo caso sono presenti anche le 20 calorie del cono stesso. Se si intende sostituire il pranzo con questo alimento, secondo Humanitas, è meglio scegliere una pallina di crema e una di sorbetto per evitare i picchi glicemici.

Ecco come mangiare il gelato senza ingrassare seguendo le regole degli esperti e scegliendo i gusti giusti

Vediamo però nel dettaglio quali sono le varietà più leggere. I gusti meno calorici sono limone, fragola e pesca che si aggirano sulle 100 calorie circa. Per le creme invece è consigliabile attenersi il più possibile alla semplicità. Quindi sarebbe necessario preferire pistacchio, yogurt e nocciola che hanno circa 200 calorie. È meglio invece lasciare perdere le combo più “pasticciate” come la stracciatella, la zuppa inglese e lo zabaione. Allo stesso è meglio prediligere la coppetta e non caricarla con panna o non affiancarla ad ulteriori cialde o brioche.

Lettura consigliata

L’aumento di peso sulla bilancia e il gonfiore addominale potrebbero essere dovuti a questi alimenti che sono dei falsi amici

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te