Ecco come eliminare le incrostazioni dai fornelli in ghisa e alluminio e le righe nere dal piano cottura con un trucco velocissimo

È buona regola pulire il piano cottura tutti i giorni per evitare che le incrostazioni si accumulino rendendo complicata la pulizia generale. I bruciatori possono essere puliti una o due volte a settimana, a seconda della frequenza con cui cuciniamo. È necessario utilizzare prodotti delicati, naturali, e pagliette antigraffio non abrasive, perché l’alluminio potrebbe rovinarsi.

La ghisa è più resistente ma per le incrostazioni è necessario ricorrere all’ammollo con sostanze non aggressive. Infine, dobbiamo sempre asciugare per bene dopo la pulizia, per evitare che aloni, macchie o ruggine possano comprometterne l’efficienza.

Rimedi naturali

Per pulire i coperchi dei bruciatori in alluminio possiamo utilizzare una pentola in cui sistemarli e ricoprirli con acqua e aceto da riscaldare.

Le parti annerite possono essere pulite con le pagliette antigraffio e i buchi tenuti liberi con uno stuzzicadenti. I rimedi più efficaci per le griglie, escluso il bicarbonato, sono il talco e l’acetone.

Evitiamo di utilizzare il lavandino della cucina, che potrebbe rovinarsi, e ricorriamo a un panno per asciugare.

La candeggina in questi casi non viene quasi più impiegata, le alternative sono più delicate e danno comunque ottimi risultati.

Anche in presenza di macchie persistenti, ecco come eliminare le incrostazioni velocemente. Il sapone di Marsiglia e le spazzole con setole di ottone sono ottimi per non rigare i materiali.

I fornelli possono essere messi in ammollo con aceto e sapone per i piatti perché siano più lucidi. Anche i saponi biologici hanno una buona resa.

Ecco come eliminare le incrostazioni dai fornelli in ghisa e alluminio e le righe nere dal piano cottura con un trucco velocissimo

I fornelli in ghisa sono molto resistenti, ma la pulizia non è sempre facile. Per averli splendenti e per fare in modo che non si rovinino, è necessario fare bene attenzione. Il trucco per sgrassali in fretta è quello di metterli in ammollo dopo aver spremuto un limone e attendere 15 minuti. Quindi, cospargiamo fornelli o griglie con la pasta abrasiva e aspettiamo 30 minuti. Ripassando con ovatta o con un panno morbido, la ghisa dovrebbe tornare come nuova.

Anche il talco può essere un ottimo rimedio per lucidare le superfici, infatti è molto comodo quando dobbiamo eliminare gli aloni dai vetri. In questo caso, però, dovremmo creare una miscela insieme al bicarbonato, che è sgrassante.

Infine, è necessario rimarcare la versatilità dell’acetone per unghie a cui ricorrere per numerosi impieghi domestici. Tra quelli indicati c’è anche la pulizia dei fornelli. Nei casi in cui sul piano cottura si sia sciolta della plastica, versando acetone e sfregando con un pezzo di carta si dovrebbe porre rimedio all’incidente in maniera facile e veloce.

Lettura consigliata

Da dove cominciare le pulizie di Pasqua quando dobbiamo eliminare cattivi odori, spolverare le tapparelle e disinfettare materassi, vetro del forno e WC

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te