Ecco 3 elementi da considerare per scegliere la TV e sfruttare il Bonus 100 euro

Dalla fine di agosto è possibile richiedere il Bonus rottamazione TV fino a 100 euro, a prescindere dal proprio ISEE. Si tratta di un incentivo previsto dal legislatore per chi sostituisce il vecchio apparecchio con uno nuovo, compatibile con i futuri standard di trasmissione. Quest’ultimi, infatti, entreranno in vigore durante il primo semestre 2022 e i vecchi modelli non sempre sono compatibili.

Nasce da qui, allora, la corsa al rinnovo del televisore, ma quale scegliere tra quelli presenti sul mercato? Ecco 3 elementi da considerare per scegliere la TV e sfruttare il Bonus 100 euro senza ISEE.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Primo dilemma: TV smart o TV tradizionale?

Una TV smart è capace di sfruttare tutte le potenzialità Internet, nel senso che è possibile integrare i servizi presenti in rete dentro la TV.

Una TV smart ha dunque dei sistemi operativi molto più avanzati di quelli tradizionali. Di conseguenza, è anche più ampia la lista delle applicazioni (social network, YouTube, contenuti in streaming) a cui è possibile accedere.

Quindi la scelta tra TV smart o TV tradizionale dipende dalle esigenze e dalla familiarità con le nuove tecnologie.

Secondo step, la tecnologia dello schermo

Un secondo elemento da considerare riguarda appunto le tecnologie dello schermo. Su questo tema (ma anche sulle caratteristiche tecniche), le considerazioni da fare crescono all’aumentare del prezzo e della qualità del prodotto.

Nelle TV di gamma medio-alta, infatti, gli optional e le tecnologie incorporate aumentano sempre di più, per cui risulta difficile orientarsi.

Tuttavia, in merito alle tecnologie dei televisori di ultima generazione, proviamo a fare una sintesi. Tra TV al plasma, LED e OLED, i primi vengono oggi considerati come superati, quelli OLED invece i più efficienti e costosi. Quindi, se si cerca il giusto compromesso prezzo-qualità, la scelta dovrebbe ricadere su una TV a LED.

Le caratteristiche tecniche del televisore

Altrettanto vasta è la lista delle caratteristiche che fanno una TV più performante rispetto a un’altra. Tra queste, ecco quelle principali da considerare:

  • il numero di ingressi (specie se in famiglia vi sono figli o si è utenti interattivi);
  • i livelli di contrasto e della luminosità;
  • la definizione (la risoluzione) e la qualità dell’immagine. In sintesi, sul mercato si trovano TV con 3 tipi di risoluzione: le TV HD Ready, le TV Full HD e le TV Ultra HD. La risoluzione dell’immagine va in crescendo al passaggio da un modello al successivo;
  • le caratteristiche audio. Al riguardo, l’ideale sarebbe avere un sistema audio surround;
  • il consumo energetico;
  • il prezzo e gli anni di garanzia del prodotto. Su questo tema abbiamo già visto quanto costa una TV 24 o 32, 40 o 65 pollici.

Ecco 3 elementi da considerare per scegliere la TV e sfruttare il Bonus 100

Prima di concludere, ricordiamo che il Bonus TV può essere chiesto per il cambio di televisori acquistati prima del 22 dicembre 2018. Inoltre, sempre tra i requisiti per l’accesso al sostegno, troviamo la residenza italiana e l’essere in regola con il pagamento del canone RAI.

Il Bonus consiste in uno sconto del 20% (fino a 100 euro) sul prezzo d’acquisto del nuovo TV. Infine, sarà richiedibile fino al prossimo 31 dicembre 2022, salvo esaurimento fondi.

Approfondimento

Attenzione a chi svolge attività in questa zona perché può ricevere contributi fino a 150.000 euro.

Consigliati per te