Ecco 3 attività ricreative da svolgere quotidianamente per prevenire Alzheimer e demenza senile

Il decadimento cognitivo è una delle conseguenze della demenza senile o dell’Alzheimer.
È un processo lento e inesorabile che avviene fisiologicamente con l’avanzare dell’età.

I primi sintomi più evidenti sono la perdita di memoria, difficoltà a concentrarsi e disorientamento spazio-temporale.

La gravità e l’insorgere di queste condizioni variano in base allo stile di vita che si conduce. Il declino cognitivo, infatti, è associato ad alcuni fattori di rischio molto comuni fra la popolazione.

Fra questi vi sono ad esempio la sedentarietà, un’alimentazione scorretta, il colesterolo alto, l’obesità, l’eccessivo consumo di alcool e fumo e via dicendo.
Oltre a questi fattori, all’insorgere della demenza senile è associata anche una carenza di attività stimolanti per il cervello.

Infatti, ecco 3 attività ricreative da svolgere quotidianamente per prevenire Alzheimer e demenza senile

Come abbiamo già accennato prima, oltre a modificare il proprio stile di vita, è di vitale importanza riuscire a mantenere allenato il cervello.
Infatti, così come i muscoli del corpo hanno bisogno di esercizi fisici, anche il cervello ha bisogno di potenziarsi con delle attività.

Una di queste è sicuramente quella di giocare. Come accade per i bambini nei loro primi anni di vita, il gioco è un ottimo pretesto per potenziare le proprie capacità celebrali.
I giochi da poter svolgere sono praticamente infiniti. Si va dal sudoku, alle carte, agli scacchi, ai puzzle, ai giochi di memoria.
Questi passatempi avranno effetti benefici sui tempi di reazione, attenzione e memoria. Ed inoltre potrebbero offrire ottimi spunti di socializzazione, per migliorare anche l’autostima.

Un’altra attività da svolgere, spesso consigliata anche qui su ProiezionidiBorsa, è il giardinaggio.
Come accertato da alcuni studi scientifici, prendersi cura di piante e fiori, offre numerosi vantaggi e non solo agli anziani.
Questi si misurano in termini di socializzazione, di migliore percezione della loro esistenza e maggiore senso di controllo.

Infine, un’attività che aiuta ad esercitare la memoria consiste nell’imparare a memoria pezzi di canzoni, o poesie. Questo esercizio mnemonico, aiuta anche ad attivare aree del cervello dedicate al ricordo.
Anche l’ascolto passivo di vecchie canzoni, o poesie, può quindi far riaffiorare ricordi assopiti di eventi passati, connessi ad emozioni e sensazioni.

Approfondimento

Quindi, ecco 3 attività ricreative da svolgere quotidianamente per prevenire Alzheimer e demenza senile. In altra sede, abbiamo visto che sembra impossibile ma se non si risolve subito questo problema legato al cerume nelle orecchie si rischia di perdere la memoria.

Consigliati per te