È tra i borghi più belli d’Italia questa cittadina dell’Alto Adige

L’autunno alle porte non deve fermare la nostra curiosità. Anzi, le città e i borghi assumono nuove sfumature di colori. I fotografi si accalcano per scattare ricordi memorabili. La luce del sole oltretutto si fa più parallela. Così fornisce sfumature indimenticabili. Ottobre in Alto Adige è già tempo freddo. La vendemmia e la raccolta delle mele è terminata. E le persone si preparano ad un notevole cambio dello stile di vita. Ma non è ancora tardi per visitare Vipiteno, in tedesco Sterzing, una vera e propria perla sotto le montagne.

Molti la amano in pieno inverno. Quando i mercatini natalizi si accalcano in città. Ma ci sono almeno 3 ragioni per passare una domenica tra le sue vie e le pareti colorate. Non a caso è tra i borghi più belli d’Italia questa cittadina dallo spirito assieme urbano e montano.

Pareti affrescate, portici e bovindi

Vipiteno è sempre stata una cittadina accogliente e benestante. Nei secoli del Medioevo ha fuso l’ospitalità di una città di passaggio al fiorire dei commerci. In particolare, quelli derivanti delle miniere e dalle vicine dogane.

Qualsiasi appassionato di urbanistica e vivibilità rimarrà stregato da Vipiteno. Passeggiare per qualche ora nelle strade del centro significa incontrare simbologie e schemi di una città nata alla base delle montagne. Ecco i portici e i negozi per raccogliere la vita nelle lunghe giornate invernali. Ma anche le pareti coloratissime dei palazzi, pensate così per ravvivare i materiali di costruzione isolanti ed il legno. Ed ecco gli straordinari e caratteristici bovindi, ossia le finestre esterne a forma poliedrica diffuse per massimizzare l’accesso della luce negli ambienti interni. Per non parlare dei vicoli di pietra su cui si addossano le case come a ripararsi l’un l’altra dal freddo.

Salire sulla Torre delle Dodici è un’altra ottima ragione per visitare Vipiteno. Questo edificio ha una funzione antica e semplice, ovvero osservare. Dalla sua cima per secoli i civili si avvicendavano per mantenere sotto controllo eventuali pericoli e problemi che provenivano dalle vie di comunicazione o dalle montagne. Il nome fa riferimento a come la vita dell’intera cittadina fosse scandita dalle campane. Al dodicesimo rintocco, ecco che era arrivata la meritata pausa di mezza giornata. Per salire occorre consultare gli orari e i periodi previsti dall’Amministrazione comunale, visto che la torre è regolarmente visitabile durante lo svolgimento dei mercatini invernali. Per gli altri periodi, invece, si prevedono solo aperture eccezionali.

È tra i borghi più belli d’Italia questa cittadina dell’Alto Adige

Non dimentichiamo poi il patrimonio geografico e culinario di Vipiteno. A pochi chilometri di distanza il fascino dei ghiacciai come il Malavalle, ma anche di valli verdi da non perdere come la Val Passiria. L’imperdibile cucina altoatesina delizierà il nostro palato.

Gli amanti della montagna sono sempre alla ricerca di luoghi stupefacenti. Rimarranno sconvolti allora sapendo che esiste un comune in Italia che non si può raggiungere in auto, ma solo a piedi o in funivia. Potrebbero trovare là il loro Eden e, chissà, la destinazione per il prossimo viaggio.

Lettura consigliata

Questa città italiana secondo una leggenda sarebbe il centro del Mondo ed è la meta ideale per una fuga di primavera

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te