È snello, dolce e delicato, sa prenderci per la gola ed è per questo che ce lo invidiano gli americani ed i neozelandesi

È poco noto ma tutti coloro che ne fanno la conoscenza, ne rimangono colpiti e non vogliono più provare altro. Ci stiamo riferendo ad un ortaggio portentoso strepitoso considerato uno dei magnifici 4 di Albenga. Oltre all’Asparago violetto, di cui parleremo, Albenga è famosa anche per il pomodoro cuore di bue, la zucchina trombetta e carciofo violetto o spinoso. Abbiamo già trattato degli asparagi bianchi di Cantello e di Zambana e delle loro caratteristiche nutrizionali. In questo articolo, invece, parleremo del tesoro di Albenga: l’asparago. Il viola turione è davvero speciale dal punto di vista organolettico e nutrizionale.

È snello, dolce e delicato, sa prenderci per la gola ed è per questo che ce lo invidiano gli americani ed i neozelandesi

L’Asparago di Albenga ha una particolarità proprio a livello genetico: contiene più cromosomi rispetto agli altri asparagi, ben il doppio. Il turione è originale del territorio ligure e protetto dal presidio Slow Food. Sono stati fatti diversi tentativi per importarne la coltivazione negli Stati Uniti ma con magri risultati. Ci vogliono il terreno albenganese (un mix di sabbia e limo) e il clima marittimo per allevare i Violetti. Ebbene l’Asparago ingauno resta un orgoglio ligure ed italiano, da gustare solo a km 0. La raccolta avviene precocemente a partire da marzo e termina a fine giugno. Abbiamo quindi ancora un buon mesetto per assaporare questa varietà unica, eccellenza della cucina nostrana.

Le proprietà organolettiche

Al palato questo asparago è morbido con scarsa fibra e pertanto si presta ad una preparazione estremamente semplice. Ancor più che alla Bismark, meglio apprezzarlo in purezza. Una volta bolliti per pochi minuti, gli asparagi possono essere arricchiti con un filo di olio Evo. Il sapore è delicato e quindi non va coperto con altre pietanze dal gusto prepotente come ad esempio l’uovo al tegamino. È un ottimo contorno per un pranzo od una cena leggera e ipocalorica.

Le proprietà nutrizionali

Questo turione è un portento dal punto di vista nutrizionale. Contiene molta acqua e potassio e per questo stimola la diuresi.

È un aiuto anche per la circolazione grazie all’apporto di rutina, un antiossidante che aiuta la tonicità delle vene. Acido folico, quercetina e Vitamina C sono altri ottimi antiossidanti e antiage.

La funzione detox si completa con l’apporto di fibra che agevola il transito intestinale.

Infine gli asparagi sono consigliati anche per il betacarotene contenuto.

L’Asparago di Albenga si riconosce perchè è snello, dolce e delicato ma è soprattutto viola.

Lettura consigliata

Oltre a lattuga e pomodori ecco una ricetta francese ed una tedesca per preparare gustose insalate con patate e quest’altra verdura

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te