È incredibile come questi vecchi computer e console abbiano un gran valore e nessuno lo sa perché uscirono presto dal mercato

Il mondo del vintage dei computer e delle console gioco è uno dei più subdoli in assoluto. Ci venga perdonato questo termine, ma è proprio il caso di usarlo. E, spieghiamo subito il perché. È incredibile come questi vecchi computer e console abbiano un gran valore e nessuno lo sa, perché uscirono presto dal mercato, come veri e propri “bidoni”.

Parliamo, infatti di tecnologia degli anni ’80, in cui tutto era in fase di sperimentazione e poco riusciva davvero bene. E, i collezionisti più scaltri se li accaparrano facendo leva proprio sull’insuccesso commerciale. Ecco allora che andremo a vedere in questo articolo 2 pezzi in circolazione, che i collezionisti pagano a peso d’oro.

Un insolito flop di Apple

Quando parliamo della Apple, siamo abituati a elogiare prodotti sofisticati di altissima qualità. E, relativi prezzi proporzionati. Ma, davvero pochissimi sanno che tra gli anni ’70 e ’80, Steve Jobs lanciò il pc “Lisa”, dal nome della figlia. Costava tantissimo, essendo uno dei primi sistemi operativi quasi completi, ma si rivelò un flop. Prestazioni scadenti e un hardware non all’altezza del competitor Ibm, ne decretarono molto presto il ritiro dal mercato. Ebbene, questo Apple Lisa antesignano dell’IPad, vale alcune migliaia di euro.

Una console nata male e finita peggio

È incredibile come questi vecchi computer e console abbiano un gran valore e nessuno lo sa perché uscirono presto dal mercato, compresa un’icona del settore. Chi non ricorda le mitiche console della giapponese Atari? Assoluta protagonista anche nei videogames da Bar e Sale gioco. La generazione degli attuali “anta” è cresciuta col mito dell’Atari. Eppure, anche qui, ci fu un fallimento clamoroso: la console Jaguar. Uscita a inizi anni ’90, per budget e investimenti avrebbe dovuto spaccare il mondo, invece rimase schiacciata dalla concorrenza della emergente Nintendo. Una console Jaguar vale tra i 900 e i 1000 euro, se ben tenuta e dotata di scatola originale.

Approfondimento 

Se possediamo anche solo uno di questi Swatch allora abbiamo davvero un patrimonio

Consigliati per te