È da vedere questo paese della Puglia a pochi passi dal Mar Adriatico

Dal Gargano fino a Santa Maria di Leuca. Chilometri e chilometri di costa per la regione più lunga d’Italia. Una delle più belle a livello paesaggistico e naturalistico. Con il Salento come fiore all’occhiello. Stiamo ovviamente parlando della Puglia, meta di vacanze di tantissime persone che ne apprezzano lo straordinario patrimonio.

Arrivarci, lungo l’A14, l’autostrada Adriatica è piuttosto semplice per chi viaggia in macchina. Molto più complicato muoversi se si arriva in aereo, sia che si atterri a Bari che a Brindisi.

È da vedere questo paese della Puglia a pochi passi dal Mar Adriatico

Se si volesse risparmiare qualcosa e prendere alloggio non propriamente sul mare, sono tante le località che possono offrirne a buon mercato. Una di queste è Ruvo di Puglia, che dista dall’Adriatico circa una ventina di minuti di macchina. Potrebbe essere un buon punto di partenza per girare tutta la zona del Barese che, oltre al capoluogo, comprende anche Bisceglie, Monopoli, Trani, Polignano. Tutti luoghi che meritano assolutamente una visita.

Ruvo stessa, però, ha alcune peculiarità che la rendono interessante, a cominciare dalla sua cattedrale romanica. Una delle più belle di tutto il territorio pugliese. Costruita intorno al 1150, ha una particolare forma a capanna, con uno splendido rosone nella parte alta e il campanile sullo sfondo. Santa Maria Assunta, questo il suo nome, si trova in pieno centro storico. Da qui si dipanano poi tutte le vie più interessanti.

I dintorni

Quella che porta a Palazzo Jatta, oggi sede del Museo Archeologico, ricco di manufatti di epoca greca. Oppure quella che arriva a Palazzo Caputi, di epoca cinquecentesca, che oggi ospita la biblioteca comunale.

Da segnalare anche la Torre dell’Orologio, uno dei simboli del comune, con due campane all’interno che suonano ogni 15 minuti. Esse scandiscono, ancora oggi, dopo averlo fatto nei secoli precedenti, il tempo di tutti gli abitanti.

Meritano una visita altre tre chiese. Quella di San Domenico, riedificata nel 1743, in stile barocco, sul monastero dedicato a Santa Caterina. Quella di San Michele Arcangelo, che, narra la leggenda, fu costruita su suggerimento di San Francesco, quando si trovò a passare da queste parti. Rimaneggiata, a seguito di un crollo, fu riedificata, anch’essa in stile barocco. Infine, il Santuario dei Santi Medici, che fu costruito in epoca medievale. I Santi a cui è dedicata non sono altri che Cosma e Damiano, tra i primi martiri cristiani, sotto l’imperatore Diocleziano.

È da vedere questo paese della Puglia vicino a Bari. Un’ottima idea per un soggiorno economico, non vicino al mare, ma prossimo a molte attrazioni della costa. Non molto lontano da un’altra città della zona, famosa per un’epica battaglia.

Lettura consigliata

Ecco le 5 spiagge più belle e incontaminate della Puglia e non tutte sono in Salento

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te