Se il Karma esiste davvero, capiamo come funziona e come migliorarlo

Sentiamo spesso parlare di Karma e altrettanto spesso interpretiamo questa filosofia orientale nel modo sbagliato. Pensiamo sia una sorta di destino superiore che regola le leggi dell’universo. In realtà, non è proprio così.

Il Karma è qualcosa che possiamo controllare e modificare. Per farlo, dobbiamo prima imparare cos’è, come funziona e se è possibile trovare strade e soluzioni per migliorarlo.

Varie tipologie di Karma

Innanzitutto, è bene sapere che esistono diverse tipologie di Karma. Oltre al nostro Karma personale, dobbiamo considerare anche il Karma familiare. Questo riguarda tutta la storia della nostra famiglia, attraverso le generazioni. È come se in qualche modo, fossimo debitori a livello spirituale anche per le azioni commesse dai nostri avi.

C’è poi il Karma collettivo, strettamente connesso al rapporto con le persone attorno a noi, fino ad arrivare al Karma mondiale. Per migliorare il nostro Karma, dobbiamo pertanto impegnarci ad avere un’influenza positiva sulla nostra vita e, in secondo luogo, su quella degli altri.

Se il Karma esiste davvero, capiamo come funziona e come migliorarlo

Comprendere nel profondo il vero significato del Karma non è affatto semplice. Ma è necessario capire cos’è e come funziona, se il nostro obiettivo è migliorarlo per vivere serenamente, a contatto con la nostra spiritualità. Per questo esistono le 12 leggi del Karma, ideate dal buddismo, che guidano ogni individuo verso la pace.

Numero 1: la grande legge. Ogni azione comporta una conseguenza. L’amore restituisce amore, l’odio restituirà altro odio.

Numero 2: la legge della creazione. Essendo tutti parte di un unico Universo, le nostre azioni comportano dei cambiamenti.

Numero 3: la legge dell’umiltà. Dobbiamo imparare ad accettare ciò che ci succede, e solo in un secondo momento, pensare di cambiarlo.

Numero 4: la legge della crescita. Non possiamo e non dobbiamo pretendere che sia il Mondo a cambiare. Il cambiamento deve partire da noi.

Numero 5: la legge della responsabilità. Non esiste un fato superiore. Il destino è unicamente nelle nostre mani.

Numero 6: la legge della connessione. Passato, presente e futuro sono collegati tra loro da un rapporto di causa-effetto.

Numero 7: la legge del focus. Bisogna focalizzarsi sui propri obiettivi e mettere da parte i pensieri negativi.

Le ultime 5 leggi

Numero 8: la legge del dono e dell’ospitalità. È importante essere altruisti e generosi verso il prossimo.

Numero 9: la legge del cambiamento. Le cose non cambiano da sole. Occorre impegno e sacrificio.

Numero 10: la legge del qui e ora. Non bisogna rimuginare sul passato, ma vivere nel presente.

Numero 11: la legge della pazienza e della ricompensa. Dovremo essere pazienti per raggiungere la pace e la serenità e solo con la perseveranza potremo raggiungere i nostri obiettivi.

Numero 12: la legge di significato e di ispirazione. Tutto ciò che facciamo ci porta a diventare le persone che saremo e per questo non dobbiamo essere superficiali.

Forse non possiamo usare il Karma per scoprire e perdonare un tradimento, ma di sicuro ci aiuta a vivere meglio. Se il Karma esiste davvero, capiamo cos’è e seguiamo le sue regole. Solo così potremo sperare di migliorarlo e ritrovare la serenità. O almeno, questo è quello che suggerisce la filosofia buddista.

Lettura consigliata

Per conquistare l’uomo Scorpione teniamo a mente queste caratteristiche

Consigliati per te