Dopo il lunedì nero in Borsa è arrivato il rimbalzo del gatto morto

Sulle Borse è un momento di grande volatilità. Si va verso agosto, gli operatori vanno in ferie e sui mercati i volumi calano. La riduzione degli scambi accentua la variabilità dei prezzi e quello che è accaduto ieri ne è un esempio. Dopo la pessima giornata di ieri, è difficile immaginare un agosto di rialzi. Oggi le Borse hanno tentato una reazione ma è stata debole e incerta. Dopo il lunedì nero in Borsa è arrivato il rimbalzo del gatto morto.

L’avvio di seduta è stato incoraggiante, i principali listini hanno aperto a prezzi molto superiori rispetto alla chiusura di ieri. Purtroppo il rialzo dei prezzi è durato veramente poco e dopo neanche mezzora di contrattazioni i listini hanno iniziato a scendere.

A dire la verità il rimbalzo in apertura era quasi scontato. All’avvio delle contrattazioni sono scattati gli acquisti di chi aveva puntato al ribasso allo scoperto nella seduta di ieri. Così si è assistito a quello che si chiama il rimbalzo del gatto morto. Infatti, terminate le ricoperture, le Borse sono tornare a scendere fino all’apertura di Wall Street.

Dopo il lunedì nero in Borsa è arrivato il rimbalzo del gatto morto

Oggi i listini in Europa hanno chiuso in rialzo ma con guadagni inferiori al punto percentuale, segnando un rialzo poco convinto. La Borsa tedesca e quella di Londra hanno chiuso in rialzo di mezzo punto percentuale, la Borsa di Parigi è salita dello 0,8%. Piazza Affari ha chiuso con un rialzo dello 0,6% e il Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB)  ha terminato a 24.107 punti.

A tenere a galla il listino ci hanno pensato i titoli che ieri erano stati venduti a piene mani. Tra le blue chip la migliore è stata Saipem che è salita di quasi il 2,7%. Il rialzo è stato favorito dagli acquisti per ricoprire le posizioni ribassiste allo scoperto di ieri, ma anche dal mini rimbalzo del greggio.

Anche le Banche hanno recuperato un po’ di terreno. Oggi Banco BPM è salita del 2,2%, Intesa Sanpaolo ha guadagnato l’1,9%. Unicredit è salita dell’1,4% e BPER banca ha guadagnato lo 0,8%.

Il piccolissimo rimbalzo dei mercati azionari è frutto dell’apertura in deciso rialzo di Wall Street. Al momento della chiusura dei mercati in Europa, i tre indici maggiori della Borsa USA erano in rialzo di un punto e mezzo circa. Ma quando la Borsa di Wall Street ha aperto, le Borse del Vecchio Continente erano sui minimi di giornata.

Sui mercati rimane un forte senso d’incertezza. Dopo la seduta di oggi, a maggior ragione ci si chiede se il crollo di ieri è l’inizio di un profondo ribasso delle Borse.

Approfondimento

Questa l’analisi multidays e il punto sui mercati internazionali dell’Ufficio Studi di ProiezionidiBorsa

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te