Gli spaghetti ai frutti di mare diventano saporiti e cremosissimi grazie a questi trucchi da chef stellato

Molti di noi mangiano alcuni piatti solo al ristorante. Il motivo è semplice: sono convinti che alcune preparazioni siano troppo complicate. Nella maggior parte dei casi, però, non è vero, bisogna solo conoscere alcuni segreti.

Per questo oggi parliamo di un grande classico dell’estate e delle vacanze spiegando come prepararlo a casa. Infatti gli spaghetti ai frutti di mare diventano saporiti e cremosissimi grazie a questi trucchi da chef stellato. Scopriamo insieme come portarli in tavola per sorprendere amici e parenti.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina Fit, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Gli spaghetti ai frutti di mare diventano saporiti e cremosissimi grazie a questi trucchi da chef stellato

La scelta degli ingredienti

Sicuramente il primo elemento a cui prestare attenzione è la scelta degli ingredienti. Infatti la materia prima utilizzata deve essere tassativamente freschissima.

Poi deve anche essere eviscerata alla perfezione. Parliamo, ad esempio, dei molluschi. Mentre le cozze sono più intuitive da pulire, le vongole invece devono essere sottoposte a un processo di spurgo.

Non bisogna, dunque, avere fretta: saranno necessarie circa due ore di ammollo per far sì che rilascino la sabbia contenuta al loro interno.

La stessa cosa vale per il sugo. Per farlo restringere bene va infatti lasciato andare a fiamma molto dolce.

Infine occhio al sale, gli ingredienti sono già di per sé molto gustosi: consigliamo al massimo di aggiustare il sapore alla fine.

La risottatura e la qualità della pasta

Passiamo poi alla pasta. Quella ideale per questo genere di piatto sono le linguine. Vanno scelte di prima qualità perché solo in questo modo riusciranno bene a tenere la cottura.

Successivamente è necessario procedere con la risottatura in modo da far assorbire alla pasta tutti gli aromi del mare. Come si può intuire dal nome la procedura è simile a quella del risotto. Quindi tirare fuori la pasta dell’acqua a metà cottura e poi saltarla nel sugo aggiungendo man mano il liquido di cottura.

Approfondimento

Quest’abitudine che tutti noi abbiamo durante l’estate è altamente dannosa

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te