Domanda online di NASPI 2022, quali documenti occorrono

Presentare quanto prima domanda di NASPI per il lavoratore disoccupato è fondamentale. Questo perché, prima si inoltra la richiesta e prima partirà il periodo indennizzato. A differenza di quello che si può credere, infatti, l’INPS non indennizza tutto il periodo senza lavoro dalla cessazione dell’attività. Ma per presentare domanda online di NASPI 2022 al CAF che documenti bisogna portare?

L’indennità non copre tutto il periodo

Come abbiamo anticipato l’indennità di disoccupazione non viene erogata dalla cessazione del lavoro. Se si presenta domanda entro l’ottavo giorno di disoccupazione l’indennità parte proprio dall’ottavo giorno. Se si presenta dopo l’ottavo giorno la decorrenza è fissata dal giorno dopo quello di presentazione della domanda.

Esistono delle casistiche in cui, poi, l’indennità decorre anche dopo, ed è il caso di chi viene licenziato senza preavviso. O nel caso si sia in maternità o malattia indennizzata. Questo fa chiaramente intendere che è proprio nell’interesse del lavoratore presentare domanda prima possibile. Per avere un periodo quanto più breve possibile in cui non percepisce reddito.

Domanda di disoccupazione anche in autonomia

Il disoccupato può decidere di presentare domanda in autonomia, attraverso il sito dell’INPS. In questo caso deve essere in possesso delle credenziali di accesso. Ovvero lo SPID, la carta nazionale dei servizi o la carta di identità elettronica. In questo caso non serve nessuna documentazione particolare ma solo le informazioni necessarie per la compilazione.

Per compilare la domanda, infatti, è necessario indicare o la matricola o la denominazione dell’ultimo datore di lavoro. Informazione desumibile da qualsiasi busta paga. Oltre alla data di cessazione del rapporto di lavoro.

Domanda online di NASPI 2022: quali documenti occorrono

Se si presenta, invece, domanda al CAF serve portare una documentazione ben precisa. Anche se presentare la domanda presso il CAF non conviene, ci sono lavoratori che preferiscono questa strada per non incorrere in errori nella compilazione.

Quando ci si reca al CAF per presentare domanda di disoccupazione è necessario portare un documento di identità in corso di validità. Serve, poi, anche il proprio codice fiscale, almeno una busta paga e l’IBAN per l’accredito dell’indennità mensile. L’IBAN deve essere di un conto corrente intestato o cointestato al lavoratore disoccupato.

Serve, inoltre portare anche l’ultimo contratto di lavoro se si è disoccupati a seguito di scadenza contratto a termine. O anche se si è lavoratori stagionali. Se, invece, la cessazione è da un contratto a tempo indeterminato è necessario portare la lettera di licenziamento ricevuta dal datore di lavoro.

Lettura consigliata

Quando si rischia di dover restituire la NASPI anticipata

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te