Dall’anticipo TFS al pagamento normale i dipendenti pubblici devono attendere anni prima di percepirlo e sono sfortunati coloro che hanno deciso per Quota 100

I dipendenti del pubblico impiego ricevono il TFS con tempi lunghi rispetto ai dipendenti del settore privato. Infatti, dall’anticipo TFS al pagamento normale i dipendenti pubblici devono attendere anni prima di percepirlo e sono sfortunati coloro che hanno deciso per Quota 100. Per limitare l’attesa è entrato in vigore l’anticipo TFS con molte difficoltà. L’anticipo del trattamento fine servizio può essere richiesto fino ad una somma di 45.000 euro. Inoltre, consiste in un vero e proprio finanziamento con condizioni agevolate. Ma non tutti i dipendenti sono favorevoli al pagamento di interessi per ricevere il trattamento di fine servizio.

Trattamento di fine servizio e tempi di erogazione

Un lettore ha chiesto agli Esperti di ProiezionidiBorsa quando riceverà il TFS avendo aderito alla Quota 100. Ebbene dall’anticipo TFS al pagamento normale i dipendenti pubblici devono attendere anni prima di percepirlo e sono sfortunati coloro che hanno deciso per Quota 100. Prima di addentrarci nel caso particolare, verifichiamo i tempi in qui le prestazioni TFS o TFR per i dipendenti del pubblico impiego sono erogate:

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

  • in caso di cessazione del rapporto di lavoro per decesso o inabilità, è erogato entro 105 giorni;
  • nel caso in cui il rapporto di lavoro è cessato per scadenza del contratto a tempo determinato. Oppure, per limiti di età raggiunti o per risoluzione del contratto da parte del datore di lavoro per raggiungimento dei requisiti per la pensione anticipata. In tutti questi casi bisogna attendere 24 mesi più 90 giorni che l’INPS impiega per il controllo della pratica;
  • se la cessazione del rapporto di lavoro è effettuata prima del limite previsto dalla normativa, ad esempio con anzianità contributiva di 18 anni al 31 dicembre 1995 (sistema retributivo), l’attesa è di 24 mesi dalla data del termine del rapporto di lavoro.

Quota 100

Un discorso diverso per chi accede alla pensione anticipata Quota 100. In questo caso l’attesa è molto più lunga, infatti, il diritto alla pensione decorre dal momento in cui il lavoratore avrebbe maturato i requisiti previsti per la pensione di vecchiaia o anticipata. Nel calcolo bisogna considerare anche l’adeguamento alla speranza di vita.

Consigliamo di consultare la nostra guida con tutte le indicazioni: in pensione con l’anticipo TFS – TFR, come fare?

Consigliati per te