Cosa succederebbe se si salta la cena e le conseguenze secondo gli esperti

cena

Saltare la cena è un’idea abbastanza frequente in molte persone. Queste credono in questo modo di dimagrire più velocemente. Ma saltare la cena fa bene oppure no alla nostra salute? Gli esperti hanno condotto moltissimi studi nel tempo sui vari pasti della giornata e su come sarebbe meglio distribuirli.

Naturalmente, la cosa più giusta da fare è affidarsi sempre all’esperienza e alla competenza di un nutrizionista. Quest’ultimo potrà spiegare facilmente cosa succederebbe se si salta la cena. Ma ecco alcune informazioni sull’argomento.

Seguire una dieta sana ed equilibrata, magari anche la sempre più nota dieta del sonno, è fondamentale per rimanere in salute. I nutrienti giusti riescono a mantenere l’equilibrio che serve al nostro organismo per funzionare al meglio. Quindi, vediamo se saltare i pasti è davvero una scelta utile. Oppure se si tratta di un comportamento del tutto dannoso.

Cosa succederebbe se si salta la cena, le opinioni

I pasti della giornata sono tre principali. A questi si aggiunge poi uno o due spuntini. Infatti, si dovrebbe iniziare con la colazione, fare uno spuntino a metà mattinata, arrivare tra le 12 e le 14 pronti per il pranzo. Nel pomeriggio è sempre consigliato spezzare la fame con una piccola merenda. Mai arrivare all’ora di cena troppo affamati.

Secondo tutti gli studi fatti in materia, la colazione non va mai saltata. Dopo tante ore di digiuno, dopo aver dormito tutta la notte, il corpo e la mente hanno bisogno della carica giusta. Questa è possibile solo con carboidrati e zuccheri. In questo modo il cervello si riprende e il metabolismo si attiva nel modo giusto.

Di solito si dovrebbe mangiare un po’ di più a pranzo, fare una merenda leggera a metà pomeriggio e poi mantenersi leggeri alla sera. Tuttavia, saltare completamente la cena comporta per l’organismo un digiuno molto più lungo tenendo conto di tutte le ore notturne che seguiranno. Questo significa che ci sarà una mancanza di nutrienti per un lungo periodo di tempo.

Le conseguenze di saltare la cena sull’organismo

Abbiamo visto che alcuni pasti che non vanno mai saltati, ma anzi, devono essere abbondanti, come la colazione. Secondo gli studiosi, però, l’organismo avrebbe bisogno di quantità leggere di cibo alla sera rispetto alle altre ore della giornata.

Una mancanza totale di nutrimento nelle ore serali comporterebbe un rallentamento del metabolismo e una diminuzione del grasso corporeo. Questo potrebbe essere un effetto positivo, soprattutto per chi sta affrontando una dieta dimagrante e vuole perdere peso in poco tempo.

Tuttavia, ci sono delle conseguenze negative nel saltare il pasto serale. La mancanza di un pasto potrebbe facilmente alterare il metabolismo e disorientare l’organismo. Inoltre, per la mancanza di nutrienti si potrebbe andare incontro ad una crisi ipoglicemica. Senza contare il fatto che, chi ha una salute cagionevole, potrebbe avvertire un abbassamento di pressione.

Cosa mangiare

Dunque, si può facilmente dire che saltare completamente la cena non è una buona scelta. Piuttosto, occorre mangiare qualcosa di leggero che si possa digerire facilmente, che non comporti disturbi di stomaco come il reflusso gastroesofageo.

A questo proposito, meglio evitare i grassi e i carboidrati. Vanno bene, invece, il pesce, le uova e le verdure. Inoltre, è sempre meglio cenare intorno alle 19-20 di sera e poi far trascorrere almeno un paio di ore prima di andare a dormire.

In questo modo si darà tempo alla digestione di procedere tranquillamente e dormire piacevolmente senza interruzioni. L’insonnia potrebbe provocare delle conseguenze negative sulla salute, quindi, meglio crearsi un ambiente notturno adatto e confortevole.

Il contenuto di questo articolo è stato letto, corretto e approvato dal referente scientifico, Dr. Raffaele Biello.
Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te