Cosa sta spopolando tra tanti VIP e come questa tecnica fa scegliere come truccarsi

colori

Abbinare al meglio i colori è, da sempre, esercizio di fondamentale importanza. A livello di look, poi, lo è sempre stato, ma, se possibile, oggi ancora di più. In un Mondo in cui l’apparire conta sempre di più rispetto all’essere, diventare abili nell’esaltare i propri pregi e nascondere i propri difetti è sempre più decisivo.

Quale modo migliore, allora, di scegliere gli abbinamenti nella maniera più corretta? Non solo, ma anche gli accessori e i trucchi. Certo, poi diventa importante anche saperli usare alla perfezione, senza fare errori, come può accadere nel mettersi il mascara.

Dimmi come ti vesti e ti dirò chi sei

Non vogliamo entrare troppo nell’ambito della psicologia della moda, che riguarda, oltre ai colori, anche altre componenti. Tuttavia è facile affermare che l’immagine che diamo all’esterno sia spesso frutto dei nostri abbinamenti. Mai come oggi, dove tutto può fare tendenza in un attimo, è fondamentale sapere brillare attraverso l’uso dei colori.

Per questo motivo, moltissimi VIP hanno deciso di curare nel dettaglio la propria immagine, seguendo i consigli degli esperti del settore. Una di queste, neanche a dirlo italiana, è Rossella Migliaccio, colei che ha portato in Italia l’armocromia. Ovvero una disciplina che permette, dopo un attento studio su pelle, occhi e capelli, di trovare il colore giusto per esaltarli. In questo modo, usando al meglio gradazioni e tonalità, si può davvero far splendere una persona e farne risaltare le qualità.

Cosa sta spopolando fra i VIP e la sua importanza nel beauty

Non è la moda a influenzare l’armocromia. Anzi, potremmo dire che queste sono due rette parallele che non si incontrano, ma possono coesistere nella stessa persona. Vestiti, tagli e colori in voga in un determinato periodo storico insieme a quello che è, invece, un tratto distintivo di una persona. La sua pelle, i suoi occhi e i suoi capelli. Non solamente un’analisi superficiale, ma che si addentra nella profondità. Ecco quella che potremmo definire armocromia.

La temperatura della nostra pelle, che rappresenta il suo sottotono. Il test dei metalli, per verificare con quale stiamo meglio tra oro, argento, acciaio. L’intensità dei colori scelti per il trucco.

Le 4 stagioni dell’armocromia

Da qui possiamo capire a quali stagioni apparteniamo. Se alla primavera, contraddistinta da una temperatura della pelle calda, con i colori accesi e vivaci come protagonisti. L’autunno, anch’esso caratterizzato da toni caldi come giallo, arancio o rosso, ma con dei sovratoni ambrati e terracotta. L’inverno con una temperatura fredda, con bianco e nero a farla da padrone, anche se si può lavorare sull’intensità. O l’estate, che, paradossalmente, in armocromia è una stagione fredda. Le persone che hanno questo tipo di caratteristica hanno pelle chiara, di conseguenza i colori più adatti sono i nuance e quelli delicati.

Abbiamo visto, dunque, cosa sta spopolando tra tanti VIP e qual è il modo per scoprire la propria. Per individuare la gamma di colori capaci di valorizzare al meglio le nostre caratteristiche peculiari, dopo un’attenta analisi di pelle, occhi e capelli. Tutto questo a qualsiasi età e senza sentirsi in obbligo di dover per forza indossare qualcosa che sia alla moda.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te