Cosa piantare a settembre su terrazzi e balconi piccoli e fare l’orto in vaso

L’estate sta volgendo al termine e, ahinoi, in molti ormai sono tornati dalle tanto attese ferie estive che durano sempre troppo poco. Se però il ritorno a casa e l’abbassamento delle temperature sanciscono una ripresa della vita ordinaria, sono anche condizioni ottimali per dedicarci alle piante. Il clima più mite che ci accompagnerà verso l’autunno è infatti l’ideale per mettere a dimora piante e ortaggi sui nostri balconi e terrazzi, anche i più ristretti. Questi sfoghi esterni di casa, infatti, possono ospitare molti vegetali oltre ai canonici fiori, regalandoci così un piccolo orto domestico. Di seguito vedremo come mettere su un orto di tutto rispetto e cosa piantare a settembre su terrazzi e balconi sfruttando poco spazio.

Orto in casa

Per realizzare un orto in terrazzo o balcone dovremo prima di tutto realizzare la struttura di supporto che, per altro, sarà assolutamente decorativa. Prendendo le vecchie cassette in legno di frutta e verdura possiamo realizzare dei vasi contenitivi facili da maneggiare e che occuperanno pochissimo spazio, arredando gli spazi con gusto. Disponiamo all’interno della cassetta del tessuto non tessuto o della stoffa in fibra di cocco per evitare che poi il terriccio si disperda. Sopra di esso aggiungeremo dell’argilla espansa, di fondamentale importanza per la crescita corretta delle piante. Ora aggiungeremo del terriccio universale che mischieremo a della sabbia, garantendo così un terreno drenante e che scongiuri eventuali ristagni.

I ristagni di acqua, infatti, oltre a poter far marcire le piante, potrebbero comportare il congelamento delle radici a seguito di una gelata. Infine, aggiungeremo degli scarti alimentari nel terreno appena realizzato, come gusci d’uovo, buccia di banana, fondi di caffè, per ottenere un suolo ancora più ricco.

Cosa piantare a settembre su terrazzi e balconi piccoli e fare l’orto in vaso

Ora che sappiamo come realizzare la base, possiamo replicare l’operazione per tutte le cassette che vogliamo. Ogni cassetta ospita all’incirca sei piantine sulle quali possiamo davvero sbizzarrirci. Sul nostro balcone possiamo far crescere, infatti, lattuga di ogni tipo, liscia o riccia, oppure gettare le basi di un’ottima zuppa piantando cavoli e verze. Settembre è un ottimo periodo per piantare anche cipolle e porri, che sarebbe meglio mettere in cassette separate per evitare che intacchino radici di altre piante. Infine, così come le cipolle e le patate, possiamo mettere in cassetta anche dei finocchi, dei quali mangiamo la radice.

Per quanto concerne l’irrigazione, le piante appena esposte hanno più o meno le stesse necessità e, specialmente con il freddo, non avranno bisogno di troppa acqua. Infine ricordiamo di prendere le dovute precauzioni contro eventuali parassiti utilizzando, ad esempio, ottimi olii naturali contro bruchi, afidi e cocciniglia.

Lettura consigliata

Non girandole e CD ma questo geniale rimedio sta spopolando per allontanare i piccioni da tetto, terrazzo e orto

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te