Cosa farebbe più male il pepe o il peperoncino e quali sono le spezie alternative

Mettere le spezie nei cibi è per molti una scelta irrinunciabile per dare sapore agli antipasti, ai primi ed ai secondi piatti. È noto inoltre che, senza esagerare, le spezie svolgono nell’organismo delle importanti azioni naturali. Per esempio, molte spezie stimolano il metabolismo e la digestione. Così come altre spezie hanno delle spiccate caratteristiche espettoranti.

Non a caso ci sono spezie che, specie d’inverno, sono alla base di tisane e di infusi per lenire i sintomi di malanni stagionali come la tosse e l’influenza. Per esempio, il peperoncino ed anche il pepe trovano spazio in molte ricette. Ma queste fanno sempre bene? Vediamo di chiarire questo importante aspetto. Valutando pure, rispetto al pepe ed al peperoncino, quali possono essere le spezie alternative per insaporire i cibi.

Cosa farebbe più male il pepe o il peperoncino e quali sono le spezie alternative

Nel dettaglio, tra le due spezie non si può dire a priori quale delle due faccia bene o male. Ma è chiaro che tutto dipende sia dai gusti, sia dalla tolleranza da parte di chi insaporisce i cibi. Detto questo, il pepe ed il peperoncino rientrano tra le spezie piccanti. Ragion per cui il consumo eccessivo andrebbe evitato quando si soffre, per esempio, di reflusso gastroesofageo.

Ed in generale, su cosa farebbe più male il pepe o il peperoncino, le due spezie vanno evitate, o comunque limitate nel consumo, quando si hanno problemi di stomaco che spaziano dall’ulcera alla gastrite. I cibi troppo piccanti, infatti, è vero che stimolano i succhi gastrici per la digestione, ma nello stesso tempo possono infiammare le mucose. In più, rispetto al pepe, il peperoncino può causare degli effetti collaterali che in realtà non hanno niente a che fare con l’alimentazione. Ovverosia, se non si sta attenti il peperoncino al contatto può causare prurito, bruciore ed anche irritazione cutanea.

Cosa usare in cucina al loro posto

Per chi non vuole insaporire i cibi con i grani di pepe nero, o semplicemente perché non è disponibile in cucina, ci sono i semi di papaia ed anche i semi di coriandolo tra le alternative più valide. Mentre per sostituire il peperoncino ci sono davvero tante alternative. Dalla paprika al cumino macinato. Passando per l’aglio in polvere. Inoltre, in base alle ricette, al posto del peperoncino si può semplicemente utilizzare l’aceto. Oppure, per insaporire e per dare profumo, anche una bella spolverata di origano per chi, semplicemente, non ama mangiare piccante.

Lettura consigliata

Ecco come potremmo togliere il bruciore del peperoncino dalla lingua

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te