Cosa fare se la tessera sanitaria è scaduta e non si è ricevuta la nuova tessera e si ha necessità di assistenza sanitaria in Italia o all’estero

In questa sede la redazione di ProiezionidiBorsa illustrerà un problema comune tra i suoi lettori. Ossia cosa fare se la tessera sanitaria è scaduta e non si è ricevuta la nuova tessera e si ha necessità di assistenza sanitaria in Italia o all’estero?

Ma procediamo per ordine. La tessera sanitaria (TS) viene rilasciata a tutti i cittadini titolari di codice fiscale che hanno diritto all’assistenza sanitaria da parte del Sistema Sanitario Nazionale (SSN).

A cosa serve e per quanto è valida la Tessera Sanitaria?

La TS è necessaria per usufruire delle prestazione del SSN. Inizialmente, quando è inviata ai neonati, ha validità di un anno. Successivamente, con l’iscrizione al SSN del neonato, verrà inviata un’altra tessera sanitaria con scadenza ordinaria dopo sei anni.

Essa viene utilizzata sul territorio nazionale anche come CNS, o Carta Nazionale dei Servizi offerti dalla P.A. Ma anche come tesserino per attestare il proprio codice fiscale.

La tessera sanitaria come TEAM

Il retro della tessera sanitaria rappresenta la TEAM, ossia la Tessera Europea di Assicurazione Malattia. Serve per poter usufruire delle prestazioni sanitarie qualora ci si trovi all’estero. È valida in particolare all’interno dell’Unione Europea, in Norvegia, Islanda, Liechtenstein e Svizzera.

I soggetti che hanno diritto alla TEAM (da cui anche la tessera sanitaria) sono cittadini italiani residenti in Italia. Oppure i cittadini comunitari e stranieri iscritti al SSN e non a carico di Istituzioni estere.

Sono titolari di TEAM anche gli studenti iscritti all’AIRE, i pensionati e loro familiari titolari di modello E121 o S1. Parimenti per i lavoratori iscritti all’AIRE e i loro familiari con modello E109 e S1.

Cosa avviene poco prima della scadenza della tessera sanitaria

Normalmente, prima della scadenza della tessera sanitaria, verrà spedita una nuova tessera. In verità non sarà prodotta una vera e propria tessera, ma un certificato sostitutivo con validità inferiore ai 30 giorni.

Ma cosa fare se la tessera sanitaria è scaduta e non si è ricevuta la nuova tessera e si ha necessità di assistenza sanitaria in Italia o all’estero? Nel caso in cui non dovessimo ricevere la nuova tessera alla scadenza della precedente, ci si può rivolgere all’Agenzia delle Entrate oppure alla propria ASL.

Tessera sanitaria scaduta e assistenza sanitaria in Italia o all’estero

In caso di TS scaduta bisogna comunque sapere che è la presentazione della ricetta rossa o elettronica a garantire le prestazioni sanitarie da parte del SSN. Inoltre, di fatto la tessera sanitaria anche quando scaduta potrà essere utilizzata come attestazione del codice fiscale.

Potrà essere esibita anche presso le farmacie per farsi rilasciare lo scontrino parlante. Si pensi al caso in cui non ci sia ricetta rossa o elettronica nazionale dalle quali dedurre il codice fiscale.

Nel caso in cui bisogna recarsi all’estero e non abbiamo ancora ricevuto la nuova TS, chiediamo un certificato sostitutivo della TEAM presso la nostra ASL.

Ecco dunque illustrato cosa fare se la tessera sanitaria è scaduta e non si è ricevuta la nuova tessera e si ha necessità di assistenza sanitaria in Italia o all’estero.

Consigliati per te