Cosa coltivare nell’orto di casa per guadagnare e a cui nessuno ha mai pensato

L’agricoltura non è solo una passione o una necessità per l’approvvigionamento quotidiano delle dispense. Coltivare la terra è un lavoro a tutti gli effetti, difficile e complesso.

Ma può anche essere molto, molto remunerativo. Basta saper scegliere le cose giuste da coltivare. Molti Lettori, infatti, possiedono un terreno incolto di famiglia, o uno spazio abbastanza grande dietro casa se vivono magari fuori città. Ecco, potrebbe sembrare assurdo ma anche da questi piccoli appezzamenti si può tirare fuori un discreto guadagno.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Certo, un investimento iniziale sarà necessario in ogni caso. Come anche l’impegno a tenere l’orto curato, pulito, funzionale, e le piantagioni controllate.

Ma per scoprire cosa coltivare nell’orto di casa per guadagnare e a cui nessuno ha mai pensato, per fortuna, basta continuare a leggere. Gli Esperti della Redazione di ProiezionidiBorsa sono sempre al servizio di chi segue il sito con consigli utili e intelligenti.

Fonti inaspettate di guadagno

La premessa di questa lista di idee e che non è esaustiva. Il presupposto è che si stanno cercando coltivazioni che non richiedono né troppa cura, né troppi investimenti, ma con un buon rapporto di profitto. Un’ottima attività extra per chi già lavora e vorrebbe arrotondare, insomma.

Ebbene, molti resteranno stupiti: uno dei prodotti della terra più indicati da coltivare è lo zafferano.

Il terreno dev’essere poco umido e molto drenante. E ciò per evitare allagamenti in quanto questa pianta non gradisce troppa acqua. Andrà preparato al meglio e fertilizzato con concimi naturali. I bulbi da trapiantare si vendono mediamente a un euro l’uno. Ma il prodotto finale, che siano i pistilli dei fiori, o direttamente lo zafferano in polvere, può arrivare a costare anche venti euro al grammo.

Bastano pochi accorgimenti e molta cura

Un altro ottimo consiglio di questo tipo è la cannabis light. In Italia è perfettamente legale la coltivazione della canapa sativa, cosiddetta “leggera”, cioè a basso contenuto di THC. Sicuramente è un nuovo mercato in pieno sviluppo che può portare interessanti guadagni.

Infine, un’altra nicchia di mercato molto remunerativa, e che richiede un impegno relativamente basso, è quella delle piante officinali. I semi costano pochissimo, quindi l’investimento iniziale sarà molto basso, ma la produzione può essere davvero ingente.

Ci si può proporre come fornitori di erboristerie locali e specializzarsi in piante medicinali o aromatiche. Ecco cosa coltivare nell’orto di casa per guadagnare e a cui nessuno ha mai pensato.

Consigliati per te