Come vivere fino a 100 anni investendo solo 100 euro e guadagnando tanta salute e tanto in benessere

Molti occupanti della biosfera sono progettati per essere in perenne movimento. Si tratta di un’attività che ha da sempre garantito la sopravvivenza della specie. Ci si muove (o si corre, secondo le esigenze) per sfuggire dal pericolo, per procurarsi da mangiare o per ricercare il partner ideale.

Ma nell’attuale epoca in cui domina lo smart working e tutto viene fatto a distanza, ha ancora senso l’attività motoria? La domanda è semplicemente retorica.

Vediamo allora come vivere fino a 100 anni investendo solo 100 euro e guadagnando tanta salute e tanto benessere.

Mens sana in corpore sano

Almeno un paio di millenni fa, già i romani avevano coniato il noto slogan del “mens sana in corpore sano”. Tornando al 2021, perché un lavoratore o un pensionato, una mamma o un neo-papà, uno studente o un apprendista dovrebbero fare moto? Dove sono i ritorni e quali sono i benefici di un’attività fisica tipo la corsa?

I benefici sono inestimabili e di natura sia fisica, sia mentale che economica.

Sotto il primo aspetto, una corsetta anche leggera di 30 minuti al giorno aiuta l’apparato cardiovascolare e quello respiratorio. Rafforza le difese immunitarie e stimola il metabolismo oltre ad aiutare a eliminare le calorie e i grassi in eccesso.

Aiuta gli anziani (o comunque gli over in generale) a mantenere giovani i riflessi e la reattività, a contrastare il declino cognitivo. Ancora, fa bene al sonno nel senso che aiuta a conciliarlo prima e meglio, e questo vale sia per i giovani che per gli anziani.

Spesso le critiche alla corsa giungono in termini di logoramento alle articolazioni.

Se stiamo parlando di corsetta leggera, e quindi nulla a che vedere con l’agonistico, si tratta di rischi spesso infondati. Un paio di scarpe super ammortizzamento (in gergo tecnico: A3) renderanno la corsetta leggera quasi al pari di una camminata.

Vediamo come vivere fino a 100 anni investendo solo 100 euro e guadagnando tanta salute e tanto benessere

La seconda famiglia di benefici rimanda a quelli di natura psicofisica. Correre aiuta a scaricare tossine e ansia, rafforza la capacità di resistenza allo stress e scaccia via malinconia, depressione e malumore.

Al tempo stesso aiuta l’organismo a caricarlo di tante energie positive, una gran voglia di fare, di mangiare, di vivere a 360°. Ne tempra inoltre la resistenza al lavoro, alla fatica, allo studio.

L’umore post corsa è della serie: “10 metri sopra il cielo”. Gli esercizi aerobici, tra cui la corsa appunto, potenziano i livelli di neurotrasmettitori (tipo serotonina e noradrenalina) stimolando il cervello a produrre nuovi neuroni.

Parimenti importanti sono i benefici economici: quante visite mediche in meno ci si garantisce con una sana e regolare corsetta quotidiana?

L’organismo umano è simile a una macchina meccanica: se moderatamente ben tenuta, viene massimizzata la sua durata. In caso contrario cade in decomposizione e decadimento anche per il mancato uso. Idem per l’organismo umano: i 100 anni passano per la buona alimentazione, il buon umore e la sana e morigerata attività fisica.

Basta investire 100 euro per avere in cambio tanta salute e tanto benessere

Ma cosa serve per iniziare a correre e investire in salute e provare a vivere, fino a 100 anni? Molto meno di quanto non si possa pensare.

Il primo elemento indispensabile è la forza di volontà: costa zero euro e ripaga con gli interessi, fino ad arricchire, chi la possiede ed esercita. Poi bastano 100 euro per un paio di scarpe A3 super ammortizzamento. Al riguardo consigliamo di scegliere le scarpe tra il top di mercato: si tratta infatti di proteggere la nostra macchina umana.

Poi va benissimo anche una tuta vecchia da riciclare per la corsa o dei pantaloncini e una vecchia T-shirt a seconda della stagione. Ecco come vivere fino a 100 anni investendo solo 100 euro e guadagnando tanta salute e tanto benessere.

Infine la tecnica: il trucco sta nel praticare la corsa quando se ne ha voglia e desiderio. È importantissimo poi andarci con la testa libera da pensieri e la pancia vuota, ossia mai a stomaco pieno.

Ancora, vietato forzare il tragitto oltre le proprie forze o stare li a stressare inutilmente il corpo a voler macinare km in più. Infine, in merito al percorso “ideale” diciamo che non esiste. Molto meglio è invece ruotarlo con frequenza, perché a lungo andare la corsa su uno stesso tragitto mentalmente stanca.

Abbiamo dunque illustrato come vivere fino a 100 anni investendo solo 100 euro e guadagnando tanta salute e tanto benessere. Infine, nell’articolo di cui qui il link illustriamo cos’è meglio tra correre e camminare. E perché e quando scegliere l’una invece dell’altra attività motoria.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te