Come sfoltire correttamente il pelo del cane per aiutarlo nella muta stagionale e avere meno peli per casa

Chiunque conviva con un cane in casa, si abitua a convivere anche con ciuffi di pelo sparpagliati ovunque. Durante il periodo della muta, questi ciuffetti di pelo aumentano in maniera esponenziale. Questo accade perché il mantello del nostro amico a quattro zampe si prepara per il periodo più caldo, spogliandosi di strati di pelo e sottopelo, del manto invernale. Questo è un piccolo prezzo da pagare, paragonato all’incredibile valore che questo animale apporta alla vita di chi lo possiede.

Ma anche noi possiamo fare qualcosa per gestire la perdita di pelo in casa e aiutare il nostro cane nella muta. Lo scopo di questo articolo è proprio questo, capire come sfoltire correttamente il pelo del cane per aiutarlo nella muta stagionale. Mettendo in pratica questi consigli anche la perdita di pelo in casa diminuirà.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

La spazzola adatta è fondamentale

Per sfoltire correttamente il pelo del nostro amico a quattro zampe è indispensabile spazzolarlo regolarmente. Questo gesto lo aiuterà a liberarsi di tutto il pelo morto che non elimina da solo. Inoltre, soprattutto nei cani a pelo lungo, eviterà la fastidiosissima insorgenza di nodi difficili da sciogliere. La spazzola deve essere adatta a questo tipo di operazione, perché ne esistono diversi tipi. Non tutte le spazzole arrivano fino al sottopelo. Tante spazzole sono pensate solo per la parte superficiale del manto. Basterà recarsi in un negozio specializzato e ben fornito per trovare la spazzola adatta.

Alternare questi due tipi di spazzolamento, permetterà di eliminare sia il pelo superficiale, che il sottopelo in eccesso e la casa ne gioverà. Si troveranno molti meno peli in giro.

Tolettare con regolarità

Portare il cane a tolettare con regolarità è sicuramente un modo per tenere il nostro amico pulito e profumato. Ma la tolettatura non serve solo a questo scopo. L’acqua, infatti, agevola anche la perdita del sottopelo più ostinato. Inoltre i tolettatori seri utilizzano prodotti che ammorbidiscono il pelo, per districarlo più facilmente. Questo evita che possiamo fare male al nostro cane quando lo spazzoliamo.

Anche il fai da te va bene, ma con criterio

Ovviamente anche noi possiamo occuparci della tolettatura del nostro animale. In questo caso sarà importantissimo comprare uno shampoo per cani. Non bisogna usare quello ad uso umano perché può fare male alla cute del cane, creando fastidiose dermatiti. Anche l’asciugatura del manto dovrà essere fatta a regola d’arte, per evitare problemi. Un cane pulito e ben asciugato si gratterà di meno, spargendo di conseguenza meno pelo per la casa.

Con queste piccoli consigli su come sfoltire correttamente il pelo del nostro cane, aiuteremo il nostro animale e anche la casa sarà più pulita.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te