Come pulire le porte in legno e lucidarle senza lasciare aloni

porta

Avere una casa sempre pulita e ordinata è il sogno di molti. Per realizzarlo ci vuole tanto impegno, alleggerito dagli elettrodomestici, tanta costanza e tanta organizzazione.

Le pulizie da fare, infatti, sono numerose e al di là di quelle quotidiane bisognerebbe organizzare, in una vera e propria tabella di marcia, anche quelle straordinarie.

Andando in giro con pezze, secchi e piumini per spolverare, poi, solitamente ci imbattiamo in superfici di materiali diversi, ciascuno dei quali ha le proprie esigenze di pulizia.

Per esempio, molto diffuso in bagno e in cucina è il marmo da detergere con prodotti delicati per eliminare calcare e opacità.

Moltissimi dei pavimenti moderni, invece, sono in gres porcellanato e alzando lo sguardo potremmo imbatterci in porte di legno. Proprio queste sono le protagoniste dell’articolo di oggi con un approfondimento sulla pulizia naturale, veloce e senza aloni.

Indice dei contenuti

Come pulire le porte in legno e lucidarle senza lasciare aloni

Fare le pulizie in modo ecologico, con prodotti non chimici, è una pratica sempre più diffusa. Questa si può estendere anche alle porte interne, di legno noce, massello e poco trattato.

Le porte, infatti, possono accumulare sporcizia e, in particolare, polvere che si annida tra i vari intagli. Inoltre, senza le giuste accortezze, potrebbero diventare opache, perdendo la bellezza creata dalle striature naturali e dal colore della pittura.

Pulirle, quindi, è un compito che si aggiunge a tutti gli altri e per farlo basterebbe miscelare due prodotti che, probabilmente, abbiamo già in cucina.

Il primo è l’aceto di mele, più delicato e più profumato del classico aceto di vino bianco. Questo avrebbe un naturale potere lucidante e sarebbe in grado di pulire a fondo senza creare danni o lasciare aloni.

Il secondo prodotto da cucina riadattato a questi scopi è l’olio di oliva, anche extravergine. Anche questo avrebbe proprietà lucidanti ma, soprattutto, andrebbe a nutrire il legno in profondità, preservando l’originaria bellezza.

Dosi e utilizzo

Per realizzare questo pulitore lucidante per porte di legno dovremmo miscelare all’interno di un spruzzino:

  • 400 ml di acqua;
  • 80 ml di aceto di mele;
  • un cucchiaio e mezzo di olio di oliva.

Dopo aver spolverato la porta e aver amalgamato per bene questi ingredienti non dovremmo far altro che:

  • spruzzare poco prodotto su piccole porzioni di porta a partire dall’alto;
  • passare un panno in microfibra fino a completo assorbimento;
  • procedere in questo modo spostandosi verso il basso, senza dimenticare la cornice ed evitando le maniglie.

Un ulteriore suggerimento

Quindi, ecco come pulire le porte in legno e lucidarle con un prodotto naturale, economico e di facile utilizzo. Questa stessa miscela, però, potrebbe rivelarsi sorprendentemente versatile.

Infatti, potremmo utilizzarla anche per pulire le persiane di legno, gli infissi ed eventualmente anche le serrande dello stesso materiale.

Lettura consigliata

Oltre che in lavastoviglie e in lavatrice l’acido citrico si può usare così

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te