Come pulire e disinfettare perfettamente gli interruttori della luce

Tante sono le accortezze che si usano in casa per cercare di avere un ambiente pulito e igienizzato.
Spesso si cercano rimedi per pulire al meglio le superfici più difficili, gli angoli della casa e i prodotti più efficaci per disinfettare il bagno dai batteri.
Ma cosa dire in merito agli oggetti toccati più frequentemente in casa?
Esiste infatti un passaggio che spesso si trascura: la pulizia degli interruttori della luce.
Di seguito si troveranno alcuni metodi semplici efficaci per sapere come pulire e disinfettare perfettamente gli interruttori della luce.

Lavaggio generale

Durante le grandi pulizie o le semplici spolverate di routine, spesso ci si dimentica degli interruttori della luce.
Questi oggetti vengono toccati molto frequentemente e in varie situazioni.
Si pensi ad esempio, quando si sta cucinando e bisogna prendere un ingrediente conservato nello stanzino. O ancora, rientrati a casa, dopo aver toccato varie superfici esterne e non igienizzate e si accende la luce.
È opportuno quindi dare a questi oggetti l’attenzione e la pulizia che meritano.
Innanzitutto, è d’obbligo ricordare che gli interruttori sono collegati ad una fonte elettrica.
È bene, quindi, evitare l’uso di acqua. Basta semplicemente utilizzare un panno in microfibra, inumidirlo leggermente con acqua e sapone. Una volta strizzato per bene potrà essere strofinato sulla superficie.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Aloe Vera

Per non lasciare nulla al caso

Dopo il primo e generale passaggio, è il momento di dedicarsi alle parti più difficili.
Infatti, per imparare come pulire e disinfettare perfettamente gli interruttori della luce, non basta semplicemente rendere i tasti più lucidi e igienizzati.

Occorre anche tenere in considerazione la struttura dell’interruttore e gli angoli dove si va a depositare lo sporco.
A questo punto, dopo aver fatto asciugare le placchette e i tasti  e appurato che non esistono gli aloni, è il momento del cotton fioc.
Bisogna passare quest’ultimo con delicatezza e raggiungere le zone che non potevano essere pulite con il panno.

Infine, la prova del nove! Con uno stuzzicadenti si andrà a sollevare la restante e minima parte di detriti di sporcizia, depositata nelle fessure più strette.

Dopo questi tre semplici passaggi, si potrà optare per una leggera passata di alcool, sia con una pezza che con del cotone idrofilo.
In questo modo, non solo gli interruttori della luce saranno puliti e disinfettati, ma l’effetto brillantezza sarà garantito.

Consigliati per te