Come prepararsi al meglio alla stagione delle allergie di primavera

La primavera è arrivata e con lei molti italiani incominciano a starnutire. Non solo però, spesso quei fastidiosi starnuti si accompagnano a occhi che bruciano e a fastidiosissimi mal di testa. Benvenuti nella stagione delle allergie, che colpiscono moltissimi italiani ogni anno.

Certo, si tratta di un momento passeggero, che con l’arrivo dell’estate si attenua per sparire definitivamente in autunno. Con il cambiamento climatico, però, il calendario delle allergie si è completamente sfasato. Se, in passato, iniziavamo a sentire i primi sintomi verso Pasqua, ora già a marzo vediamo il nostro naso colare.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Aloe Vera

Non preoccupiamoci, e non cerchiamo facili soluzioni su internet. Ciò che dovremmo fare è, come al solito, affidarci alla scienza. Quindi, ecco come prepararsi al meglio alla stagione delle allergie di primavera.

Allergologo

Anche in periodo di Covid 19, la scelta sicuramente migliore è quella di rivolgersi agli specialisti. Chi ha sofferto di allergie fin dalla più tenera età è già abituato. Una volta all’anno, verso marzo, bisogna prendere un appuntamento con un allergologo. Meglio lo stesso, per consentirgli e consentirci di avere un quadro complessivo e costruito nel tempo.

Ci sono molte allergie che in primavera si manifestano. Allergie alle graminacee, allergie alla fioritura di determinate piante o alberi. Allergie, insomma, a tutte quelle manifestazioni naturali di primavera.

L’allergologo è sicuramente la figura professionale più indicata a dare consigli ed eventuali medicinali. Normalmente si tratta di antistaminici, che però possono avere effetti indesiderati come una sonnolenza pesante.

Dovremmo sempre evitare, quindi, le soluzioni fai-da-te. Certo, noi conosciamo bene il nostro corpo e le sue reazioni agli stimoli. Tuttavia, gli specialisti ne sanno sicuramente molto più di noi sul nostro caso e sulle soluzioni da prendere.

Ciò che sembrerebbe essere di buon senso è sicuramente evitare di passeggiare nei parchi o nei boschi, dato che è proprio da lì che provengono i pollini che ci fanno starnutire senza sosta.

Ecco, dunque, come prepararsi al meglio alla stagione delle allergie di primavera.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te