Le macchie di muffa sui tessuti hanno le ore contate, ecco 1 rimedio facilissimo senza candeggina

muffa

Spesso pensiamo che le terribili macchie di muffa e umidità colpiscano solo le pareti e gli angoli dei muri. Le troviamo spesso in cucina e in bagno, proprio perché sono gli ambienti della casa che hanno maggiore probabilità di sviluppare la condensa.

Per prevenire il problema è necessario, ad esempio dopo la doccia o mentre cuciniamo, aprire le finestre della stanza. Per eliminare, invece, le macchie esistenti possiamo agire utilizzando la candeggina. Se preferiamo una soluzione più green allora prepariamo una miscela di acqua calda e aceto e spruzziamola direttamente sulla macchia.

Perché si forma la muffa sui tessuti

La muffa non si limita ad attaccare solo le pareti di casa, ma potrebbe anche comparire su vestiti e tessuti. Macchioline nere, verdastre o gialle che rischiamo di rovinare i nostri capi e che emanano un cattivo odore.

Ma perché si forma la muffa? Spesso capita di posizionare l’armadio sulla parete fredda della stanza da letto. Questa posizione limiterebbe il riciclo dell’aria.

Ma non solo. Potrebbe anche capitare di riporre nell’armadio o nei cassetti degli indumenti ancora umidi e in alcuni punti leggermente bagnati. Questo favorirebbe la proliferazione dei funghi e di conseguenza la comparsa delle macchioline fastidiose.

Gioie e dolori della candeggina

È importantissimo cercare di eliminare la muffa dai tessuti, perché il contatto con la pelle potrebbe provocare delle allergie.

Ma proprio come le macchie di sangue, anche questi aloni sono difficili da trattare.

Se la muffa colpisce i nostri indumenti non è necessario buttarli via ma è fondamentale agire con tempestività. Spesso per rendere il lavoro più veloce si utilizza la candeggina. Questo prodotto, però, potrebbe indebolire le fibre e non sarebbe indicato per i capi colorati perché rischieremmo di scolorirli.

Le macchie di muffa sui tessuti hanno le ore contate utilizzando questo rimedio della nonna

Ma esistono dei rimedi casalinghi che potrebbero eliminare le macchie senza rovinare i tessuti.

La soluzione al nostro problema si trova in cucina. Ci serviranno solo del sale grosso e del limone. Non dobbiamo fare altro che procurarci una bacinella piena di acqua fredda e aggiungere questi due prodotti. Lasciamo il nostro indumento in ammollo per 15 minuti. Al termine di questo tempo, provvediamo al lavaggio usando del sapone neutro. Lasciamo asciugare il tessuto al sole.

Se questo non è estremamente delicato possiamo creare una sorta di cremina sempre con sale grosso e limone e strofinarla sulla macchia.

Come eliminare la muffa da cassetti e armadi

Le macchie di muffa sui tessuti hanno le ore contate usando il metodo indicato nelle righe precedenti. Ma se troviamo gli indumenti sporchi, allora dobbiamo necessariamente eliminare la causa che ha portato alla formazione della muffa.

Prima di tutto stacchiamo l’armadio dalla parete per favorire la circolazione dell’aria.

Teniamo le ante o i cassetti aperti per qualche ora al giorno. Inoltre, sarebbe anche utile posizionare, al loro interno, dei gessetti (quelli che si utilizzano a scuola). Questi piccoli oggetti avrebbero la capacità di assorbire l’umidità.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te