Come innaffiare le piante se siamo in vacanza oltre alla bottiglia

Agosto è il mese più desiderato dell’anno. Finalmente arrivano le tanto attese ferie estive che ci permettono di staccare la spina e goderci dei momenti di relax.

Molti decidono di partire per una lunga vacanza, altri invece solo per qualche giorno. Prima di andare via è importante occuparsi della casa. È fondamentale ad esempio buttare la spazzatura, staccare tutti gli elettrodomestici, controllare porte e finestre e l’impianto dall’allarme.

Il metodo fai da te della bottiglia rovesciata

Ma ogni volta che partiamo in vacanza si presenta sempre lo stesso problema. Come innaffiare le piante durante la nostra assenza?

Se non abbiamo nessuno che può fare questo lavoro al nostro posto, allora dobbiamo ingegnarci e trovare una soluzione.

Se la vacanza dura solo pochi giorni allora sarà sufficiente, prima di partire, innaffiare le piante utilizzando più acqua. Naturalmente facciamo sempre attenzione che non si creino dei pericolosi ristagni.

Ma se la nostra vacanza dovesse durare più a lungo, allora dobbiamo trovare assolutamente una soluzione valida e che funzioni.

Per innaffiare le nostre piante potremmo utilizzare dei rimedi casalinghi fai da te. Il più diffuso è quello della bottiglia rovesciata. L’operazione è molto semplice. Basta riempire una bottiglia di plastica con dell’acqua e praticare alcuni fori sul tappo. Posizioniamola rovesciata nel vaso.

Un metodo fai da te molto semplice e soprattutto economico.

Come innaffiare le piante se siamo in vacanza oltre alla bottiglia rovesciata

Ma se le nostre piante sono disposte in grandi vasi possiamo anche utilizzare un altro rimedio. Ci servirà sempre una bottiglia di plastica. Questa volta dobbiamo praticare dei fori sul fondo e posizionarla direttamente nel terreno, scavando una piccola buca. Facciamo attenzione alla dimensione dei fori. Troppo grandi potrebbero rilasciare molta acqua, mentre molto piccoli rischierebbero di essere bloccati dal terreno.

Un altro metodo

Abbiamo visto come innaffiare le piante se siamo in vacanza, utilizzando una semplice bottiglia.

Ma oltre a questo rimedio possiamo anche usare i coni di terracotta. Questi piccoli strumenti sono davvero molto utili. La terracotta è un materiale poroso che tende a fare evaporare l’acqua. Questo oggetto, attraverso un tubicino, collega il terreno della pianta a dei recipienti colmi di acqua.

I coni di terracotta possono essere acquistati on line oppure negli store dedicati al giardinaggio.

Ma prima di partire dobbiamo necessariamente svolgere delle importanti operazioni. Le piante che sono posizionate in giardino, ripariamole dal sole, spostandole in una zona di ombra. Mentre quelle in casa non lasciamole mai al buio. Facciamo passare la luce, lasciando la tapparella semi aperta.

Lettura consigliata

Bellissime cascate di fiori variopinti ricopriranno balconi e terrazzi se coltiviamo questa pianta che resiste al caldo e al vento

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te