Come costruire un cassone freddo per il giardino spendendo poco

È così utile che dopo averlo provato sarà impossibile farne a meno. Si comincia con un mobile, poi si può passare a quello in muratura. Serve nella stagione fredda per le semine precoci, per le attese prima di un trapianto, come riparo delle piante delicate. D’estate diventa il deposito per gli attrezzi da tenere a portata di mano.

È il cassone freddo fai da te per il giardino: un alleato indispensabile per il nostro orto. In commercio se ne trovano di tutte le misure, materiali e prezzi ma è possibile realizzarlo tranquillamente in casa.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Oil Free Fryer, la vera friggitrice ad aria

Scopri il prezzo lancio

Friggitrice Fryer

Ma come costruire un cassone freddo per il giardino spendendo poco?

Si può scegliere come primo passaggio di realizzare un cassone in legno, leggero, resistente e facile da spostare (si può tenere persino sul balcone). Il consiglio è di partire da un piccolo prototipo di piccole dimensioni (in modo da poterlo poi replicare): 100 cm di lunghezza, 50 cm di profondità, 20 cm di altezza davanti e 40 cm di altezza posteriore. Questo perché la copertura deve essere inclinata in modo da favorire il deflusso dell’acqua piovana e anche della neve, se posizionato in regioni particolarmente rigide.

Sarà, inoltre, necessario procurarsi un pannello di compensato marino, un materiale particolarmente resistente all’acqua e all’umidità. In tutte queste costruzioni fai da te, è sempre meglio usare le viti al posto dei chiodi. Così, in caso si dovesse smontare la struttura realizzata per un qualsiasi motivo, si potrà fare tranquillamente senza danneggiarla.

Dove posizionare il cassone da giardino

Bisogna inoltre scegliere la posizione in cui riporlo in giardino. La risposta istintiva di chiunque è “in pieno sole”, dato che deve riparare dal freddo. Niente di più sbagliato! Il sole pieno, anche in inverno, non essendoci ricambio d’aria, riesce a trasformare lo spazio interno in una sorta di pentola a pressione. La temperatura si alza velocemente e, non essendoci circolazione d’aria, le giovani piante possono lessare. L’umidità che si forma appena il sole tramonta si condensa e gocciola sulle piante, favorendo l’insorgenza di marciumi. Le piante così non crescono e muoiono.

Il segreto è scegliere una posizione luminosa, riparata dai venti, meglio se addossando il cassone a un muro o, in mancanza, ad una siepe.

Altra attenzione: il cassone non deve essere posto perpendicolare al sole!

Infine, deve essere collocato in un punto vicino a casa, con un punto d’acqua comodo, e in modo che non sia d’ostacolo alle attività quotidiane in giardino.

Quale terriccio utilizzare

Il terriccio da usare dovrà essere di ottima qualità, ricco e leggero, miscelato con sabbia e torba e per innaffiarlo sarà necessario usare un innaffiatoio a getto molto fine.

E ora che si conoscono i segreti su come costruire un cassone freddo per il giardino spendendo poco, non resta che mettersi al lavoro!

Consigliati per te