Come correre correttamente per dimagrire e migliorare la salute cardiovascolare

Allenarsi in maniera costante e proporzionata all’età e alle condizioni fisiche non è solo una questione estetica. L’attività fisica permette all’organismo di funzionare meglio e spesso preserva mente e corpo dall’invecchiamento precoce. Ma gli allenamenti non sono tutti uguali. E anche all’interno di un’attività come la comunissima corsa ci sono molteplici varianti di training. Oggi capiremo come correre correttamente per dimagrire. Lo step successivo sarà quello di scoprire il miglior programma per potenziare cuore e circolazione.

La corsa perfetta per dimagrire

Corsa e camminata sono due tra le migliori attività per mantenere la linea e aumentare l’elasticità muscolare. A patto di farle nel modo giusto e senza alcuni errori che potrebbero vanificare gli sforzi fatti. Quando si parla di corsa, ad esempio, è importante fare una distinzione. Se vogliamo perdere peso la corsa lunga e lenta potrebbe essere la migliore opzione. Questo perché potremmo riuscire ad abituare il corpo a bruciare zuccheri, carboidrati e grassi. Ovvero a velocizzare il metabolismo.

Come dovremmo allenarci per migliorare le funzioni cardiache

Completamente diverso il tipo di corsa volto a migliorare la salute del cuore e le funzionalità cardiovascolari. Se questo è il nostro obiettivo l’allenamento migliore potrebbe essere quello basato sulle ripetute. Possibilmente con distanze tra i 300 e i 500 metri e con adeguato recupero fra una e l’altra. Il tutto da fare, possibilmente, in pianura. La corsa in salita potrebbe essere utile ma potrebbe rivelarsi troppo impegnativa e gravare in maniera eccessiva sulla muscolatura.

Quella in discesa, invece, rischia di mettere a repentaglio le articolazioni. Soprattutto se non siamo al meglio delle condizioni fisiche.

Come correre correttamente per dimagrire e migliorare la salute cardiovascolare

Esistono moltissimi programmi di corsa che potrebbero aiutare il cuore a lavorare meglio. L’aumento progressivo (ma non massimale) della velocità di corsa è uno di questi. Idem l’allenamento a intervalli che prevede ripetute su distanze brevi ma a ritmo più alto. Tra i più consigliati in assoluto c’è il famoso fartlek. Un training in cui siamo noi in prima persona a stabilire degli intervalli di tempo in cui correre più o meno rapidamente.

Concludendo potremmo affermare che una corsa costante su lunghe distanze potrebbe essere la migliore opzione per perdere peso e migliorare la salute generale. Una basata sui cambi di ritmo e sugli sforzi progressivi, invece, sembra più indicata per aumentare le capacità del cuore e dei polmoni.

In ogni caso l’assunto di base è che dovremmo sempre seguire i consigli di un allenatore esperto o di un personal trainer. E soprattutto fare alcuni esami e test preliminari prima di partire con l’attività fisica. Iniziare a lavorare senza essere preparati e in salute potrebbe rivelarsi inutile, se non addirittura controproducente.

Lettura consigliata

Ecco come allenarsi a 60 anni per migliorare la circolazione e salvare il cuore

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te