Come combattere l’allergia stagionale e lenire questo fastidioso e comune disturbo

Da poche ore è scatta l’ora legale, indice che segna l’arrivederci della stagione invernale e il benvenuto della primavera.

Come canta Marina del Rey, è il momento di respirare l’aria perché è primavera.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Non tutti, però, sono entusiasti dell’arrivo di questa stagione e non perché da questo momento si dormirà un’ora in meno.

In Italia, infatti, circa dieci milioni di persone soffrono di fastidio più o meno forte in grado di provocare reazioni che possono essere addirittura dolorose: l’allergia.

Come combattere l’allergia stagionale e lenire questo fastidioso e comune disturbo?

Non resta che scoprirlo continuando a leggere l’articolo.

Sintomi e reazioni allergiche

Naso che cola, continui starnuti, occhi gonfi, arrossati e che lacrimano sono solo alcuni dei sintomi più comuni dell’allergia stagionale.

Queste reazioni avvengono solitamente sino alla fine di maggio e comportano uno status di malessere che si manifesta anche attraverso la rinite allergica o la congiuntivite allergica.

Possono anche associarsi ulteriori disturbi come sinusiti, disturbi del sonno, otiti o asma.

Perché accade tutto questo?

Durante questo arco temporale molte piante iniziano a fiorire, rilasciando polline che viaggia per via aerea provocando risposte più o meno gravi a seconda del nostro organismo.

Inoltre, bisogna sapere che qualsiasi sia la tipologia di allergia (primaverile, respiratoria o alimentare) uno solo è il meccanismo comune: la reazione anomala del sistema immunitario in seguito al contatto con allergeni.

Lo scatenamento di questa reazione porterà al rilascio di istamina, facilitando la comparsa dei sintomi più tipici.

Come alleviare e decongestionare i sintomi

Guardando il lato positivo della situazione, il fatto che in questo momento sia d’obbligo l’utilizzo delle mascherine favorisce il contenimento delle allergie.

Ciò perché il polline è abbastanza grande da essere bloccato dai filtri della mascherina.

Bisogna anche appurare a che tipologia di polline si è allergici con l’aiuto di un medico e prestare attenzione al calendario delle fioriture.

A seconda delle tipologie di allergie, ad esempio a graminacea, cipresso, betulla sono in commercio diversi farmaci specifici che permettono di affrontare la primavera con un atteggiamento più sereno.

Esistono molti antistaminici, sia in capsule che in compresse, che vanno ad agire direttamente sull’organismo donando una rapida sensazione di sollievo.

Ulteriore rimedio è l’assunzione di integratori di vitamine, soprattutto la vitamina C.

Essa può essere facilmente assunta anche naturalmente attraverso il consumo di frutta e verdura.

Per combattere l’allergia stagionale sono, poi, anche una serie di rimedi naturali o della nonna.

Costruire barriere naturali contro l’allergia di stagione è importante.

Assumere il ribes nero combatterà il rilascio di istamina. Il tè verde contiene la quercetina, flavonoide che riduce le infiammazioni. Questa sostanza è inoltre presente negli agrumi, nei pomodori e nei legumi.

Tra gli antistaminici naturali sono da ricordare l’ortica (ideale il decotto), zenzero, basilico, radice di liquirizia e l’alga spirulina.

Realizzare degli infusi con questi ingredienti naturali può essere di enorme aiuto per decongestionare i sintomi da allergia primaverile.

Ultimo, ma non per importanza, l’aceto di mele. Diluendone due cucchiaini in un po’ d’acqua, per due volte al giorno per pochi giorni, contribuirà ad alleviare il disturbo al naso e agli occhi.

Ecco spiegato come combattere l’allergia stagionale e lenire questo fastidioso e comune disturbo.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te