Come cambiare radicalmente il proprio look e intanto aiutare chi è in difficoltà

Dopo aver fatto crescere tanto i capelli capita che a un certo punto si decida di dare un taglio netto e radicale che segni anche una fase di passaggio della propria vita. E, non solo, contemporaneamente essere solidali verso il prossimo. Ecco dunque come fare per cambiare radicalmente il proprio look e intanto aiutare chi è in difficoltà: utilizzando i capelli che si decide di tagliare per fare qualcosa di buono.

Come cambiare radicalmente il proprio look e intanto aiutare chi è in difficoltà

Se i capelli sono molto lunghi, quello che si può fare è donarli alle associazioni che si occupano di creare delle parrucche per i pazienti oncologici. Basterà farsi (o, se si preferisce, chiedere al parrucchiere di fare) una treccia bella stretta sin dove si vuole e tagliare appena sopra l’elastico. Ovviamente bisogna rispettare delle regole, come farlo quando i capelli sono ben puliti, e prestare attenzione che la treccia non cada a terra con il taglio. Il passaggio successivo consiste nel mettere i capelli in una busta e inviarli all’associazione scelta.

Quali sono i requisiti per donare i propri capelli

Ma quali sono i requisiti per donare i propri capelli? In realtà dipende dall’associazione a cui si fa riferimento. Quasi tutte richiedono che i capelli non siano tinti, così da fare delle parrucche totalmente naturali. Altre invece chiedono che, se trattati, il colore dei capelli sia omogeneo. Alcune ammettono l’henné, perché non solo è naturale ma addirittura rinforza i capelli. Per quanto riguarda la lunghezza, il minimo è di 25 cm. Nel caso di capelli ricci, vanno misurati senza tenere il ricciolo teso.

Per fare una parrucca, in realtà, servono più chiome. Per questo è importante si diffonda la possibilità di donare i capelli: molte persone, infatti, li tagliano e li buttano via. Perché non farne qualcosa di buono?

Consigliati per te