Cinque facili rimedi naturali per liberare il naso dei nostri bambini dal raffreddore

Come ogni anno, con l’inizio delle scuole e l’abbassarsi delle temperature, ecco che i nostri bambini iniziano ad avvertire i primi raffreddori. Dopo aver fatto il pieno di aria buona nei luoghi di villeggiatura, mare o montagna che siano, il ritorno in classe porta all’inevitabile scambio di batteri. Le mascherine, l’anno scorso, hanno attenuato molto questo fenomeno. A scuola vengono sempre indossate, ma gli scambi possano avvenire nei parchi giochi o durante le attività ludiche o sportive.

Non c’è nulla di cui spaventarsi. Raffreddori e tossi autunnali, anche in periodo Covid, possono essere trattati con dei semplici rimedi naturali. Non è necessario scomodare subito il pediatra o allarmarsi senza motivo. Non perdiamo la calma e procediamo con alcune facili procedure.

Cinque facili rimedi naturali per liberare il naso dei nostri bambini dal raffreddore

Il primo consiglio è quello di pulire accuratamente il naso del bambino. Si possono usare diversi tipi di soluzione, dalla classica fisiologica, che non è altro che acqua e sale, all’acqua termale. La più conosciuta è l’acqua di Sirmione. Il suo nome deriva dalla celebre cittadina lombarda sul Lago di Garda, nota nel mondo per i suoi benefici effetti, scoperti alla fine del 1800. Entrambe le due soluzioni possono essere usate anche in periodi normali, semplicemente per una buona pulizia delle vie aeree.

Il secondo rimedio è una tisana allo zenzero e al miele con una spruzzata di limone. Un antibiotico naturale che aiuterà a sfiammare gola e naso. In particolare, è la radice di zenzero che ha il potere maggiore antinfiammatorio per le vie aeree. Per attenuare ai bambini il suo gusto leggermente piccante, aumentare la dose di miele. Questa bevanda è da bere poco prima di andare a dormire.

Il terzo rimedio, si può tranquillamente associare ai primi due. I fumenti con acqua, bicarbonato e camomilla, infatti, sono utili per liberare le vie aeree e possono essere ripetuti più volte nel corso della giornata. Esiste in commercio un apposito apparecchio molto economico per i suffumigi. Si versa la soluzione, si chiude il coperchio con il beccuccio inalatore e i bambini vi avvicineranno bocca e naso per respirare i fumi caldi. Dieci minuti circa e gli effetti saranno subito visibili.

Infusi e composti balsamici

Il quarto rimedio è alternativo al secondo, ovvero un infuso di salvia. Al posto dello zenzero, infatti, si può decidere di utilizzare le foglie della comune erba aromatica. Il procedimento è il medesimo. Acqua bollente, si immerge la salvia per qualche minuto, si aggiunge il miele e si può bere prima di andare a dormire. La salvia è benefica anche per depurare lo stomaco e attenuare il mal di testa.

Infine, il quinto e ultimo consiglio è di preparare un composto balsamico da mettere sul petto del bambino durante il sonno. Il più efficace è quello che unisce il burro di karité all’olio di eucalipto. Sarà sufficiente una piccola quantità di burro e una decina di gocce di olio. Si mescola l’unguento ottenuto e lo si applica poco prima di far addormentare il bambino.

Cinque facili rimedi naturali per liberare il naso dei nostri bambini dal raffreddore, dunque, tenendo sempre ben presente una cosa importante. Se il raffreddore non dovesse passare entro qualche giorno, sarebbe opportuno rivolgersi al pediatra.

Approfondimento

5 consigli utili per curare le coliche del nostro bambino senza usare farmaci

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te