Chiunque abbia amato “L’amica geniale” di Elena Ferrante deve leggere questo libro

Negli ultimi anni il fenomeno letterario italiano per eccellenza ha il nome di Elena Ferrante. Con la saga de “L’amica geniale” ha incantato un vasto pubblico di lettori, italiani e non. La serie di romanzi, recentemente trasposta in serie televisiva per la Rai, ha reso di nuovo celebre la letteratura italiana nel mondo.

È il “caso Ferrante”, l’autrice senza volto che ha ispirato numerosi articoli e persino un documentario. Oggi al nome della scrittrice partenopea se ne accosta lentamente un altro, quello di Donatella Di Pietrantonio. La sua opera “L’arminuta” ha avuto un grande successo e sono già iniziati lavori per trasferirlo su pellicola. Chiunque abbia amato “L’amica geniale” di Elena Ferrante deve leggere questo libro. Spieghiamo perché.

“L’arminuta”, un’amica geniale in Abruzzo

È una scrittura semplice e profonda quella con cui Donatella Di Pietrantonio costruisce la sua arminuta, in dialetto abruzzese “la ritornata”. La storia chiama il lettore e lo conduce all’interno delle pagine sin dalla prima scena. La protagonista bussa a una porta sconosciuta con una valigia in mano. Ad aprirle sarà Adriana, sua sorella, che però non aveva mai visto prima. Da qui inizia la nuova vita dell’arminuta, che dovrà conoscere la sua vera famiglia e fare i conti con il passato.

Proprio come la Ferrante ci porta ad esplorare i vicoli di Napoli, “L’arminuta” ci accompagna in una terra tanto inesplorata quanto affascinante. È anche per questo che chiunque abbia amato “L’amica geniale” di Elena Ferrante deve leggere questo libro. L’Abruzzo della Di Pietrantonio è un luogo antico e incantato, brullo e affascinante. Leggere la sua opera è un ottimo primo passo per scoprirlo.

Paragoni con le grandi del passato

 Oltre alla Ferrante c’è un’altra scrittrice a cui la Di Pietrantonio è spesso assimilata dai critici. Parliamo di Elsa Morante, maestra assoluta della scrittura al femminile. La somiglianza si fonda sui temi trattati, come: l’abbandono, la maternità, una femminilità ambigua. Ma anche sulle atmosfere magiche che la penna della Di Pietrantonio ripropone. Insomma, per chiunque ami la cura e la schiettezza della letteratura al femminile, “L’arminuta” è un romanzo imperdibile.

Approfondimento

Ogni appassionato di romanzi gialli deve leggere questa trilogia ambientata in Italia

Consigliati per te